tech

Addio computer. Le vacanze si pianificano con lo smartphone

vacanze si pianificano con lo smartphoneROMA – Addio computer, ormai le vacanze si pianificano con lo smartphone. La facilità d’uso, la rapidità e la comodità dei dispositivi mobili sono i principali fattori che hanno fatto salire sul podio gli smartphone, lasciando i computer in seconda posizione nella classifica dei sistemi preferiti dai viaggiatori per pianificare le proprie vacanze.

A dirlo è una ricerca condotta da Hundredrooms, il motore di ricerca che aiuta gli utenti a trovare l’appartamento ideale per le proprie vacanze al miglior prezzo.

I risultati della ricerca hanno rivelato un dato straordinario: il computer non si trova più al primo posto tra i sistemi  maggiormente utilizzati dai viaggiatori per prenotare il proprio soggiorno. I dispositivi mobili, che già da tempo si sono imposti sul mercato internazionale come un feroce concorrente del computer, stanno dominando prepotentemente anche il mondo del web. Il futuro sembra dunque essere arrivato prima del previsto grazie al forte livello di sviluppo raggiunto dalla tecnologia.

Per il 52% degli utenti le vacanze si pianificano con lo smartphone e i dispositivi mobili 

I dati rilevati da Hundredrooms, infatti, mostrano che il 37% degli utenti ha cercato case vacanze e riservato pernottamenti per mezzo del proprio smartphone, e che il 15% ha preferito usare il tablet. Aggregando questi due dati, risulta che il 52% dei viaggiatori preferisce utilizzare dispositivi mobili sia per cercare la meta perfetta per le proprie vacanze, sia per riservare gli alloggi turistici, contro un 48% che rappresenta gli accessi da PC. Ciò si traduce in una notizia di grande interesse: i viaggiatori stanno progressivamente abbandonando l’uso del computer per prenotare i propri soggiorni. Si tratta di un dato inedito, anche se non totalmente inaspettato.

Infatti, mentre il mercato degli smartphone e dei tablet sta vivendo anni di piena espansione e non intende fermarsi, i dati sulle vendite del computer sia fissi che portatili non sono affatto positivi. Uno studio del 2016 condotto da Gartner, società leader di informazione e di ricerca su temi inerenti alla tecnologia, ha evidenziato un calo delle vendite di quasi dieci punti percentuali rispetto agli anni precedenti.

L’aumento del numero degli utenti che preferiscono utilizzare i dispositivi mobili al posto del computer non è quindi un fatto casuale. Anzi, l’analisi di Hundredrooms e lo studio di Gartner sembrano evidenziare un andamento inversamente proporzionale dei due dati analizzati: al diminuire dell’uso del computer, aumenta quello degli smartphone. Se si interpreta questo risultato anche in relazione all’approccio che le nuove generazioni hanno con la tecnologia, tutto sembra trovare una logica ben precisa.