fotogallery

Ascolta il canto dei delfini capitolini: 5 avvistamenti in soli 3 mesi tra Fiumicino, Ostia e Torvaianica

delfini capitoliniROMA – Da Torvaianica a Fiumicino, passando per Ostia, prosegue il monitoraggio dei “delfini capitolini”, progetto per la tutela e la conservazione del tursiope nelle acque del litorale romano, inclusa l’Area Marina Protetta Secche di Tor Paterno, condotto da Oceanomare Delphis Onlus (ODO).

Gruppi di tursiopi, anche con giovani esemplari, sono stati avvistati in cinque occasioni differenti, in un’area compresa tra Fiumicino, Ostia e Torvaianica.

I ricercatori ODO hanno realizzato 8 uscite in mare, percorrendo circa 410 km in 40 ore di monitoraggio, che hanno permesso di osservare gruppi di tursiopi con piccoli in 5 occasioni differenti.

Sono stati effettuati 15mila scatti fotografici per la fotoidentificazione, tecnica che consente il riconoscimento degli individui per catalogarli grazie alle caratteristiche uniche della pinna dorsale.

Un’analisi che permetterà di censire nuovi individui e di determinare eventuali “ricatture” di esemplari già in catalogo, che ad oggi conta ben 145 individui diversi.

La “voce” dei delfini

Grazie al supporto di UniCredit tramite i fondi Carta Etica, utilizzati per progetti di utilità sociale, Oceanomare ha potuto acquistare un idrofono, (un microfono progettato per essere utilizzato sott’acqua).
Captando suoni e ultrasuoni a frequenze fino a 120 kHz, i ricercatori hanno potuto registrare “la voce” dei delfini.

I delfini utilizzano le vibrazioni sonore per due scopi: comunicazione (suoni a bassa frequenza, principalmente “fischi”) ed ecolocalizzazione (suoni ad alta frequenza denominati “click”), con cui individuano prede e possibili ostacoli.

Considerando la funzione chiave che i suoni esercitano in ambito sociale e alimentare, la rilevazione non invasiva dei dati acustici e la loro analisi aumenteranno la capacità di indagine scientifica del progetto perché sarà possibile comprendere i contesti comportamentali in cui sono prodotti e di conoscere come la specie utilizza i tratti di mare in cui viene osservata.

Grazie alla felice sinergia con Miceli Vela è possibile per chiunque partecipare al progetto ‘Delfini Capitolini’ attraverso escursioni giornaliere in barca a vela alla ricerca dei delfini partendo dal porto di Ostia.

Il tursiope

La specie dei tursiopi, frequentemente censita in zone caratterizzate da una geomorfologia marina di particolare interesse, conduce il suo ciclo vitale principalmente nell’ambiente litorale costiero, che è il più sottoposto ad alterazioni e degrado di natura antropica.

Il tursiope è ad oggi uno dei cetacei più comunemente avvistati.
Tuttavia, nella Red List dell’IUCN delle specie minacciate la sottopopolazione Mediterranea, è stato classificato come “vulnerabile”.
La specie è protetta dalle Convenzioni di Berna, di Barcellona e di Washington, dalla Direttiva comunitaria Habitat e dalla legge italiana n.157/’92, risultando di fatto l’unica – tra le specie protette dell’area delle Secche di Tor Paterno – ad avere un elevatissimo livello di attenzione in termini di conservazione.

Grazie al supporto di Oceancare (2011-2012) e di Unicredit Carta Etica (2014-2015), Oceanomare Delphis ha iniziato il progetto “Delfini Capitolini” con lo scopo di assicurare una migliore conoscenza della presenza e dell’ecologia del tursiope nelle acque del litorale romano (e delle sue interazioni con le attività umane) e di produrre informazioni utili alla conservazione della specie nell’area.

Delfini Capitolini

Delfini Capitolini è un progetto promosso e realizzato da Oceanomare Delphis Onlus per lo studio dei cetacei presenti nel tratto di mare antistante la Riserva Naturale del Litorale Romano, tra Fiumicino e Torvaianica (inclusa l’Area Marina Protetta delle Secche di Tor Paterno, Roma). Obiettivo principale: ottenere una migliore conoscenza dell’ecologia e dei parametri biologici di queste specie (distribuzione, comportamento, uso dell’habitat, riproduzione, etc) indispensabili per lo sviluppo di specifiche attività di conservazione e di concrete azioni di tutela. E tutti possono contribuire al raggiungimento di questo traguardo!

Il progetto, avviato nel 2007 e condotto con continuità dal 2015, ha permesso di riscontrare la presenza regolare del tursiope (Tursiops truncatus) nelle aree più costiere e di ottenere informazioni sulla presenza di altre specie (stenella, grampo e balenottera) nelle zone più pelagiche.

Il 27 novembre, presso la Lega Navale di Ostia, ha preso il largo una bella iniziativa a sostegno di questo progetto, intitolata “A Vela con i Delfini Capitolini” e realizzata in collaborazione con Miceli Vela e Lega Navale Italiana Sezione Lido di Ostia: l’iniziativa prevede la possibilità di regalarsi una giornata in barca a vela da dedicare al monitoraggio delle acque per osservare i cetacei che le frequentano.

Puoi tenerti sempre informato consultando il blog Delfini Capitolini.