spettacolo

On the milky road, Monica Bellucci torna al cinema con un amore proibito

on the milky road monica bellucciROMA – On the milky road. In italiano Sulla via lattea. È questo il nuovo film di Monica Bellucci, nelle sale dall’11 maggio.

L’attrice è protagonista di un amore proibito che tra le vicissitudini della guerra e pericolose avventure cerca di sopravvivere. Con lei, nel cast, anche Emir Kusturica, l’altra faccia di questo rapporto.

On the milky road, la trama

Primavera durante la Guerra. Ogni giorno un uomo trasporta il latte e attraversa il fronte a dorso di un asino, schivando pallottole, per portare la sua preziosa mercanzia ai soldati.

Benedetto dalla fortuna nella sua missione, amato da una giovane donna del paese, tutto lascia pensare che un futuro di pace lo stia aspettando… fino a che l’arrivo di una misteriosa donna italiana sconvolgerà la sua vita completamente.

Inizia così una storia di passione, di amore proibito, che farà precipitare i due protagonisti in una serie di fantastiche e pericolose avventure. Si sono uniti per caso e niente e nessuno sembra in grado di fermarli.

On the milky road: il risultato di tre anni di lavoro nei villaggi serbi

Il film, diretto dal protagonista Emir Kusturica, è costato “grande fatica” a Monica Bellucci. Tre anni di lavoro nei villaggi serbi per ambientarlo e girarlo ma un risultato che l’ha arricchita. L’attrice ha, infatti, imparato il serbo e recitato le sue battute in lingua.

“Lavorare con Emir mi ha cambiato la vita”, ha ammesso all’Ansa l’attrice madrina del 70esimo Festival di Cannes dove il film è presentato in concorso. “Ho trovato con lui un coraggio che non ho mai avuto, – ha aggiunto – ma ero così presa dalla sua energia, quasi stregata: è una persona che ti ispira”.

on the milky road monica bellucci

La pellicola è tratta da uno dei racconti di Kusturica, pubblicato per Feltrinelli nella raccolta Sulla Via Lattea. Monica è la promessa sposa del cognato del protagonista che intraprende una storia con il personaggio dell’attore e regista. Un amore che sfida la guerra, l’opinione dei propri concittadini e il tempo. I due amanti, infatti, non sono più giovanissimi. “Ho molto rispetto per questo film, – ha rivelato ancora Monica – perché il cinema poco rappresenta la sensualità e l’amore in età, come se queste emozioni non fossero più adatte alle persone via via che il tempo passa ed è questa una cosa molto triste. Invece nella vita l’amore e il sesso sono legate più all’energia che al tempo che va e On the Milky Road racconta proprio lo slancio vitale, l’amore che non ha età. Alla fine nel suo essere favola è un film di speranza che racconta bene com’è l’amore”.