‘Il fiore nel fango’ in rosa del liceo Virgilio

Marta, Viola, Vera, Santina, Libera, Annetta, Mavi, Sole. Sono questi alcuni personaggi de ‘Il fiore nel fango’

Roma –  Marta, Viola, Vera, Santina, Libera, Annetta, Mavi, Sole. Sono questi alcuni personaggi de ‘Il fiore nel fango’, lo spettacolo tratto da ‘Nessuno’ di Massimiliano Bruno e portato in scena da una compagnia tutta al femminile di studentesse del liceo classico Virgilio di Roma il 6 giugno al Teatro Cometa Off di Roma. Un debutto in questa scuola per il laboratorio teatrale di Beppe Farina che ha abbandonato il progetto iniziale, ‘La scimmia’, per raccontare, con le giovani studentesse del primo e del secondo anno del Virgilio, la storia di un virus straordinario che ha colpito tutti gli uomini di Roma, facendoli diventare aggressivi nei confronti delle donne.

“Un gruppo di ragazze tenta di rifugiarsi in un’aula di una scuola, cercando di difendersi dagli uomini infetti e dall’esercito che è dovuto intervenire per sedare questa malattia con la guerra- spiega a diregiovani.it Farina-. Quindi queste ragazze vivono la loro quotidianità, fanciullezza ed innocenza mentre fuori si muore”. “Il fascino di questa sfida è che si tratta di un gruppo tutto al femminile- racconta a diregiovani.it Santa Spena, l’attrice teatrale che ha collaborato con Farina per il progetto teatro del Virgilio-. Il laboratorio teatrale è sempre una sfida, perché la finalità è far interagire ragazzi che neanche si conoscono, come in questo caso, e di creare un gruppo che porti avanti un progetto. Sono tutte ragazze di primo e secondo anno di liceo classico, un’età in cui sensibilità e carattere si stanno formando. Beppe- prosegue- ha scelto un testo molto intenso, ‘Nessuno’, con un libero adattamento del testo di Massimiliano Bruno, che ha un suo dramma. Con questo spettacolo- conclude- abbiamo provato con le ragazze a far venire fuori tutta la loro emotività”.