attualita

Unicusano, rettore presenta anno 2017/2018

Roma – “Le linee guida del mio rettorato continuano a essere decisamente orientate verso l’internazionalizzazione a livello sia scientifico che operativo, nel pieno rispetto del piano strategico predisposto dal Consiglio di amministrazione: seguiro’ e incentivero’ l’attivita’ di ricerca, ma dedichero’ grande attenzione alla didattica e alla centralita’ dello studente”.

Queste le parole di Fabio Fortuna, magnifico rettore dell’Universita’ Niccolo’ Cusano, in occasione della relazione dell’anno accademico appena trascorso. Il prossimo, il 2017/2018, sara’ “un anno che iniziera’ nel solco della tradizione Unicusano, poggiata su tre pilastri: centralita’ degli studenti e dei docenti, attivita’ di ricerca e un’offerta formativa innovativa. Sono fermamente convinto- ha continuato Fortuna- che in un periodo cosi’ complesso soltanto un’efficace azione di recupero del vero significato e della rilevanza della funzione di docente, unita alla convinzione dell’assoluta centralita’ degli studenti e delle loro esigenze, possa contribuire all’innalzamento della qualita’ media delle universita’ italiane e a un deciso miglioramento della preparazione dei discenti”.

Per il rettore “il docente universitario deve qualificarsi non soltanto in base alla sua attivita’ scientifica, ma anche in relazione alle sue capacita’ didattiche e, soprattutto in momenti difficili come quelli che stiamo attraversando, deve costituire un punto di riferimento per gli studenti che va ben oltre la natura di semplice veicolo di trasmissione delle conoscenze e competenze disciplinari. La combinazione tra attivita’ dei responsabili della didattica, lezioni registrate, in presenza e in videoconferenza con possibile interattivita’, garantisce un supporto completo e agevolmente fruibile, mentre slides e e-books, test di valutazione per l’autoverifica e manuali consigliati completano e arricchiscono gli strumenti di apprendimento”.

Il secondo pilastro dell’ateneo e’ rappresentato dall’attivita’ di ricerca, in cui l’Universita’ Niccolo’ Cusano e’ da sempre all’avanguardia. “L’attivita’ di ricerca costituisce da sempre il cuore pulsante e l’elemento fondamentale per lo sviluppo e la crescita dell’Universita’ Niccolo’ Cusano- ha sottolineato Fortuna- Sin dalle sue recenti origini il nostro ateneo si e’ impegnato nel potenziamento dell’attivita’ scientifica, attuando una politica di reclutamento finalizzata ad ampliarne il campo d’azione e di migliorarne notevolmente la qualita’. Per il futuro, si attendono risultati di gran lunga migliori anche in considerazione delle scelte lungimiranti operate dal Consiglio di amministrazione rivolte all’investimento in risorse tecnologicamente avanzate e adeguate che si affiancano a quelle umane per la realizzazione di una brillante attivita’ scientifica”.

Un’attivita’ di ricerca che ha prodotto notevoli risultati, come evidenzia il rettore: “Tra i numerosi progetti di ricerca attivati con collegamenti nazionali e internazionali, mi piace ricordare il programma Hi-Quad, relativo alla creazione di un veicolo elettrico e concluso nel 2016, oltre alla collaborazione con Ferrari per la realizzazione di un radiatore innovativo a elevate prestazioni”. I nuovi iscritti, dunque, potranno scegliere fra molti corsi di laurea in facolta’ che spaziano dalla Giurisprudenza alla Psicologia, passando per Ingegneria e Scienze della Formazione. Anche fra i master si gode di un’ampia scelta fra le diverse aree: economico giuridica, medico sanitaria, umanistica, forze armate, mondo scuola, ingegneristica e scienze politiche. Da segnalare l’introduzione di un dottorato innovativo in ‘Law and cognitive neuroscience’ che andra’ ad ampliare l’offerta formativa dall’anno accademico 2017/2018.