Max Biaggi chiude al mondo delle moto. Ora un figlio con Bianca Atzei

Max Biaggi chiude al mondo delle moto. Ora un figlio con Bianca Atzei

Max Biaggi chiude al mondo delle motoROMA – Max Biaggi chiude al mondo delle moto. Questa volta per sempre. Dopo il terribile incidente di cui è stato vittima all’inizio di giugno. Il pilota è caduto sulla pista del Sagittario a Latina e da allora il recupero non è stato sempre semplice.

Per questo Biaggi non indosserà più la tuta da pilota. Lo ha rivelato in un’intervista esclusiva a Chi, in edicola domani.

“Ho sentito la voce del professor Giuseppe Cardillo – ha raccontato – dirmi: ‘Biaggi sarò sincero: lei ha il venti per cento di possibilità di sopravvivere. La operiamo immediatamente’. In quel momento mi è apparsa una luce: mi sono rivisto da piccolino, con mia madre Olga. Avevo un cappottino verde. Poi con mio padre Piero e la prima moto. Poi il primo calcio a un pallone. Poi… poi ho voluto fermare questo ‘viaggio’ perché sentivo che mi stavo allontanando dalla vita. Mi sono detto: ‘Non deve finire’”.

Max Biaggi chiude al mondo delle moto. Ecco cosa c’è nel suo futuro

La vittoria più grande è stata avere la consapevolezza di non dover mollare. Una consapevolezza che i suoi figli (avuti con Eleonora Pedron) e la sua compagna Bianca Atzei lo hanno aiutato ad avere in quei giorni difficili. “Le devo molto – ha detto parlando della cantante-. È stata sveglia anche quindici ore filate per accudirmi. Le parole non bastano, servono i gesti”. La brutta esperienza è così servita a capire ancora meglio il rapporto con lei: “Non credo nelle nozze, ma voglio fare un figlio con lei. Anzi, magari due. La vita mi ha concesso una seconda possibilità e io devo fare tutto il possibile per gratificarla”.

Per il futuro, quindi, Max ha in mente una vita tranquilla e magari una nuova paternità. Per quanto riguarda il lavoro una cosa è certa: d’ora in poi “farò l’allenatore”.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it