Ogni volta che provo a parlare con qualcuno c’è qualcosa che mi fa retrocedere…

Mi spiego meglio, ogni volta che devo fare un grande passo (di solito è parlare con una ragazza) c’è qualcosa che mi blocca…

Salve,
ho 17 anni e credo di avere problemi di autostima specialmente per quanto riguarda i rapporti con l’altro sesso. Ogni volta che provo a parlare con qualcuno c’è qualcosa che mi fa retrocedere.
Mi spiego meglio, ogni volta che devo fare un grande passo (di solito è parlare con una ragazza) c’è qualcosa che mi blocca, come una voce che mi dice “non ce l’ha farai mai” è già da un po’ che vado avanti così ed è un vero problema per me.
Perfavore aiutatemi.

Anonimo, 17 anni


Caro Anonimo,
capiamo il disagio che provi, alla tua età diventa di fondamentale importanza il rapporto con i pari, in particolare con l’altro sesso, necessari non solo per testare se stesso ma anche per la costruzione della propria identità.
Detto ciò, non si arriva in adolescenza già capaci d’intessere relazioni significative, è un processo che inizia molto prima, per cui lentamente si fa esperienza dell’altro e ci si comincia a testare per modificare i comportamenti inadatti e per rinforzare quelli funzionali.
Ora non sappiamo nulla di te, del tuo vissuto, della tua storia personale, della tua vita, quindi ci risulta difficile fare delle riflessioni a riguardo.
Tu parli di autostima, che è una parte di sè che si costruisce nel tempo, in base alle proprie esperienze e al feedback che arriva dall’esterno, per cui se si hanno delle risposte positive dall’ambiente piano piano l’autostima cresce, se ci si sente sempre inadeguati l’autostima si abbassa.
Da ciò che dici sembra che le tue esperienze pregresse non siano state positive, ci chiediamo se hai amici, se fai sport, se e come vai a scuola,  cosa fai nel tempo libero, com’è il tuo rapporto con i tuoi genitori. Quello che ti blocca forse è il timore del rifiuto, che è comune a molti ragazzi della tua età, ma credere minimamente in se stessi aiuta a trovare il coraggio di fare dei piccoli passi avanti e, di conseguenza, a fare esperienze che danno la conferma che non si è poi tanto male.
Che ne pensi?
Un caro saluto!
L’èquipe degli esperti