La dieta e la terapia per la tiroide interferiscono con la pillola Azalia?...

La dieta e la terapia per la tiroide interferiscono con la pillola Azalia?…

Sto assumendo regolarmente la pillola Azalia . Ora però sto prendendo farmaci e sto seguendo una dieta per una infiammazione alla tiroide.

Buongiorno,
avrei una domanda: sto assumendo Azalia contraccettivo di solo progestinico da 4 mesi, sempre presa regolarmente al massimo con tre ore di ritardo. Ora però sto facendo una dieta per una infiammazione alla tiroide di sole proteine e verdura a foglia verde e sto assumendo magnesio supremo, be total mind, endothyr, antidolorifici FANS (che ho gia ricercato non interagire con la pillola). In quattro mesi ho avuto solo tre rapporti con eiaculazione interna, gli altri o veniva fuori
tramite masturbazione oppure facevamo con il preservativo. Tre giorni fa mi è finito il ciclo che solitamente dura tre giorni ma in questo caso è durato ben 7! Il mio dubbio è che i farmaci e la dieta abbiano alterato il normale funzionamento del contraccettivo, l’ultimo rapporto con eiaculazione interna è stato l’ultimo giorno di ciclo. Potrei essere a rischio? Non vorrei mai essere incinta, non potrei e non vorrei tenere una creatura cosi giovane e i miei non lo sopporterebbero.
Chiedo un aiuto

Giovanna 18


Cara Giovanna,
da quello che ci scrivi l’assunzione della pillola Azalia è avvenuta correttamente nel corso dei 4 mesi e questo escluderebbe la possibilità che si sia instaurata una gravidanza indesiderata. I contraccettivi ormonali hanno una buona validità e seguendo le indicazioni riportate sul foglietto illustrativo, dove sono evidenziate le modalità adeguate di assunzione, è possibile avere una copertura anticoncezionale garantita.
Gli alimenti che stai assumendo nella dieta e i farmaci da te riferiti sembrerebbero non avere nessun influenza sul principio attivo della pillola.
Le variazioni nel flusso mestruale da te evidenziate potrebbero dipendere da tanti fattori come ad esempio sbalzi umorali. Inoltre è da evidenziare una possibile connessione tra l’infiammazione della tiroide e tali manfiestazioni.
Ti consigliamo, ogni volta che uno specialista ti prescrive farmaci di informarlo rispetto all’assunzione della contraccezione ormonale. Questo può aiutare la comunicazione e la stesura dell’eventuale piano terapeutico.
Speriamo di esserti stati d’aiuto, torna a scriverci quando vuoi.
Un caro saluto!