tech

Ataribox, da rumor a realtà. Il lancio nella prossima primavera

AtariboxROMA – È ormai qualche mese che circolano sulla rete notizie e fotografie riguardanti la console che Atari, storica casa di videogiochi, sta per rilasciare sul mercato. AtariBox. Questo è il nome del nuovo hardware, sarà supportata, per il vero lancio, da un indiegogo crowfunding, che permetterà di vederlo nelle nostre case nella primavera 2018. Se tutto dovesse andare come i realizzatori prevedono, a inizio anno, per un prezzo che oscilla tra i 249 e i 299 dollari americani, a seconda della configurazione, ci potremo aggiudicare il piccolo gioiello di electronic entertainment.

Ataribox, tecnologia nuova per l’operazione nostalgia

Il software che gestirà AtariBox si basa sul sistema operativo Linux. Il cuore tecnologico è un processore AMD. La scheda grafica è marcata Radeon. La console permetterà uno dei più spettacolari retrogaming sul mercato, e supporterà fino agli ultimi titoli disponibili. La tecnologia è assolutamente quella di un Pc Gaming, ma d’altronde, sono proprio queste macchine a consentire alcune delle migliori esperienze di gioco. AtariBox si spinge comunque più avanti. Permetterà, infatti, ai possessori di utilizzare anche un servizio streaming e un classico web browsing.

Ataribox, due colori due versioni

Il design è minimal, ma con linee e dettagli che ci riportano alle console che Atari produceva e distribuiva negli anni ’80, e i creatori ne metteranno a disposizione 2 versioni: la wood edition, che ha un pannello frontale in legno, e la black/red edition, che, come già indica il nome, avrà i due colori ufficiali della casa. Il 1980, almeno per i nostalgici dell’intrattenimento casalingo, non è mai stato così vicino!