fotogallery

USA vs Giappone: il 17 ottobre inizia la battaglia dei robot giganti

ROMA – E’ tutto pronto per la battaglia dei robot giganti.
Gli USA sfideranno il Giappone il 17 ottobre, in un epico scontro tra super-bot, macchine giganti in stile Gundam e Mazinga, trasmesso in streaming mondiale.

Guarda il video live di MegaBotsInc su www.twitch.tv

La battaglia dei robot giganti

Era dal 2015 che si aspettava questo epico evento.
La società americana MegaBots aveva presentato MK II, un robot alto 4,5 metri con cannoni di vernice come armi.
Sicuro della sua creatura robotica, il team americano ha sfidato l’unico altro robot pilotato dall’interno, Kuratas, un robot gigante giapponese della Suidobashi Heavy Industries,

Il Giappone accettò ad una condizione: il combattimento doveva essere corpo a corpo, una lotta senza armi.
Questo ha comportato la costruzione di un nuovo super bot per la fazione americana.
L’MK II, infatti, non era adatto alla lotta corpo a corpo. Il combattimento ravvicinato avrebbe messo in pericolo la salute del pilota.
Grazie ad una campagna su Kickstarter, il team ha raccolto abbastanza fondi per costruire l’erede MK III, battezzato Eagle Prime.

Così, dopo due anni di preparazione, il giorno della battaglia dei robot giganti è finalmente giunto…

Eagle Prime

Eagle Prime è il primo robot di classe MK III.
Alto circa 5 metri, quando è completamente in posizione verticale, pesa 12 tonnellate.
Tuttavia, non è propriamente un robot “su due piedi”. Il tronco e le gambe umanoidi si trovano su una piattaforma trainata da un motore V8 LS3 da 480 CV.

Il robot dispone di un gancio di attacco e di una motosega da 2,5 metri come accessori opzionali.

Kuratas

Kuratas è più avanzato.
Alto 4 metri per un peso di 5 tonnellate, il robot a 4 ruote è stato progettato dall’inventore Kogora Kurata.

Kuratas può essere azionato con un sistema di “Master-Slave” in cui gli utenti controllano i movimenti del robot da fuori con qualsiasi dispositivo con una rete 3G.
Volendo, è possibile anche entrare al suo interno, facendo del robot una sorta di esoscheletro, come l’armatura di Iron Man.

Nel complesso, il robot ha circa 30 giunti idraulici che il pilota può muovere.

In vendita su Amazon (con un prezzo che si aggira sugli 800 mila euro), è disponibile in 16 colori, tra cui nero e rosa.

In realtà Kuratas non cammina, ma è in grado di guidare sulle sue ruote a 10 km/h.
Può anche essere dotato di un sistema di armi futuristiche, tra cui una pistola in grado di sparare 6,000 proiettili di gomma al minuto.
Come?
Basta che il pilota sorride, e Kurtas spara.
Inoltre, l’allineamento automatico consente di puntare sul bersaglio nemico. Nessun obiettivo può sfuggirgli.