La tartaruga più vecchia del mondo è gay

jonathan tartaruga più vecchia del mondoROMA – Non solo Jonathan è la tartaruga più vecchia del mondo, ma è anche l’essere vivente che cammina da più anni sulla Terra.
Il longevo rettile dell’isola di Sant’Elena ha la veneranda età di 186 anni, gli ultimi 26 dei quali trascorsi in compagnia della fidanzata Federica, conosciuta nel 1991.
I due sono da allora amanti inseparabili, ma non si sono mai riprodotti.
E adesso si è scoperto il perché.
Federica è, in realtà, Federico.

Scoperta casuale

Jonathan si è innamorato di una tartaruga maschio.
Il vero sesso del compagno è stato scoperto per caso.
Dopo essersi procurata una lesione, Federica è stata portata dal veterinario, scoprendo che la fidanzata di Jonathan era, infatti, un altro maschio.

La scoperta è tempestiva: la piccola isola di 4.255 abitanti dell’Atlantico sud, territorio britannico, sta discutendo se permettere il matrimonio a persone dello stesso sesso.
Un primo disegno di legge, che permetteva la nozze gay, è stato introdotto nei primi mesi del 2017, per poi essere ritirato a causa della scarsa approvazione tra i locali.

La tartaruga più vecchia del mondo

Jonathan è residente di Sant’Elena dal 1882, quando era ancora un “giovane” rettile di circa 50 anni.
Anche se è difficile determinare esattamente l’età di una tartaruga, da alcuni esami è stata ipotizzata la sua nascita nel 1832.

Durante la sua lunga permanenza sull’isola, Jonathan è stato fotografato con monarchi, politici e anche prigionieri detenuti a Sant’Elena durante la guerra di Boer del 1899-1902.

I suoi 186 anni sono un’età incredibile per una tartaruga gigante, che solitamente ha un’aspettativa di vita di 150 anni.

La vecchiaia, tuttavia, si fa sentire.

Jonathan ha perso il senso dell’olfatto e ha le cataratte, ma mangia ancora con gusto e non perde occasione di andare a trovare il suo Federico.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it