All’asta biglietto sulla felicità di Einstein, in vendita per una cifra folle

Basta poco, secondo il fisico, per essere felici

biglietto sulla felicità di EinsteinROMA – 1.56 milioni di dollari. È questa la folle cifra con cui è stato battuto all’asta a Gerusalemme un appunto sulla felicità scritto da Albert Einstein. “Una vita tranquilla e modesta – recita il biglietto scritto in tedesco nel 1922 – porta più gioia del perseguimento del successo legato a un’agitazione perenne” e “dove c’è volontà, c’è la strada”. Einstein lo aveva lasciato nella sua camera d’hotel durante un suo soggiorno in Giappone. La nota, però, finora aveva avuto un valore ben più basso: tra i 5.000 e gli 8.000 dollari, secondo quanto stimato dalla casa d’aste Winner.

Si dice che il fisico aspettasse un corriere che doveva recapitargli un messaggio. Non avendo mancia, o forse questa rifiutata da dall’uomo, Einstein decise di lasciare quel biglietto: “Forse, – si legge – se siete fortunato, queste note acquisteranno un valore ben più grande di una classica mancia”. Con il senno di poi, avrebbe avuto ragione.