Online il video di Dry, singolo che anticipa l’album dei ‘da Black Jezus’

Il brano anticipa l’album d’esordio del duo black/folk “They can’t cage the light”

ROMA – E’ uscito su Youtube il videoclip di “Dry”, brano che anticipa il primo album dei ‘da Black Jezus’, dal titolo “They can’t cage the light”, in uscita il 13 novembre in digital download e nei negozi di dischi (etichetta Weapons of love e distribuzione Family Affair).

Il brano Dry

“Dry”, prodotto da John Lui (Aretuska), è un crepuscolo di electro-pop: “quando qualcosa ci prosciuga si va a caccia di vane risposte che sono soldati di vetro” è la frase con cui Luca Impellizzeri (testi, voce e chitarre) e Ivano Amata (chitarre, synth, xilofono e drum machine) fotografano questo primo singolo estratto. “La sonorità dark pop del brano, a tratti, sembra muoversi in una sorta di stato larvale – prosegue Luca Impellizzeri -. Ciò esprime una ineludibile necessità di ricerca, il tendere la mano verso il lato oscuro e ignoto che ognuno di noi possiede, e il videoclip di Alessandro Castagna traduce perfettamente in immagine questa attitudine concettuale del brano”.

da Black Jezus – Dry [OFFICIAL VIDEO]

Diretto da Alessandro Castagna, prodotto da Lucilla Caniglia e con la partecipazione di Mouhamadou Mkabir Awe: “il video nasce dall’esigenza, estetica e narrativa, di rappresentare in immagini il dualismo dell’essere umano, la coesistenza tra la parte sensibile e umana e la parte oscura e malvagia – racconta il regista -. Il soggetto è alla costante e tormentata ricerca, solo protagonista del suo precario equilibrio appena sopra l’ignoto; la fotografia rende esplicita la dimensione angosciosa e oppressiva. Gli elementi neri citati nel video descrivono concettualmente il desiderio di esplorazione proprio dell’esistenza: immagini, parole, suoni. L’acqua e gli elementi che entrano in relazione con essa rappresentano il potere di purificazione e analisi della natura umana”.

L’album

L’album è composto da nove tracce in cui il duo nato nel dicembre 2012 a Troina (Enna), riversa suoni di campionatore, di blues e folk redatti con una punteggiatura elettronica in minuscolo che amplifica la voce, particolarissima e intensa.