Iceberg è salva! Il cane condannato a morte in Danimarca tornerà in Italia

Update: Iceberg è tornata in Italia!
Ecco il momento emozionante dell’incontro con Giuseppe

 

ROMA – Iceberg tornerà in Italia.
La cagnolona “prigioniera” in Danimarca sarà presto liberata grazie alla legge “salva-Iceberg”, un decreto approvato dal Parlamento danese che permette alla polizia di Copenaghen di rilasciarla.
Il cane era detenuto in attesa di giudizio dallo scorso maggio.
Anche se al momento non c’è una data certa per il rientro di Iceberg, la sua liberazione è “ormai imminente, è un successo straordinario”, spiega la presidente nazionale di Enpa, Carla Rocchi.

“Ma – dichiara  – se la cagnolona potrà presto riabbracciare Giuseppe lo deve anche a centinaia di migliaia di italiani che si sono schierati al suo fianco premendo sulle istituzioni. Anche su quelle danesi. Desidero per questo ringraziare l’Ambasciatore danese in Italia e l’Ambasciatore italiano in Danimarca, il Ministro danese delle politiche agricole e alimentare, il governo e il parlamento danese”.

La storia del cane Iceberg

Giuseppe Perna si è spostato in Danimarca con la sua compagna per lavorare come cuoco.
Con lui, la sua fedele cagnolina, nata in Italia, quindi con passaporto e documenti italiani, imbarcata regolarmente  sul volo Roma – Copenaghen senza che nessuno sollevasse alcuna obiezione.
Quel che Giuseppe però non sapeva è che in Danimarca vige la Breed Specific Leigislation, una vera lista nera di razze canine (presunte pericolose).
Con loro il destino non è particolarmente benevolo: devono essere sequestrati dalle autorità e soppressi.

E proprio questa è la parte più sconvolgente della storia.
Iceberg passa i controlli doganali senza difficoltà e con Giuseppe inizia la sua nuova vita.

Per più di un mese il ragazzo, la compagna e Iceberg vivono insieme come un nucleo familiare.
Poi, a fine maggio accade l’imponderabile.
Una zuffa tra cani, una di quelle che capitano molto spesso e che il più delle volte non hanno conseguenze.

Così è anche stavolta, se non fosse che una persona, nel tentativo di separare Iceberg dall’altro cane, viene graffiata accidentalmente.
Una ferita superficiale di tre millimetri, come si legge nel rapporto della polizia danese.

Una segnalazione alle autorità e Iceberg viene prelevata dalla sua casa e portata in un canile, dove resta in attesa della propria esecuzione.
Ed è a questo punto che inizia una accesa battaglia legale tra Giuseppe, sostenuto dall’associazione danese Fair Dog, e le autorità di Copenhagen.

Battaglia finalmente conclusa.
Giuseppe, nel frattempo tornato in Italia e diventato papà, potrà presto riabbracciare la sua amata Iceberg.

cane iceberg (1) cane iceberg (2) cane iceberg (4) cane iceberg (5) cane iceberg (6) cane iceberg (7) cane iceberg (8) cane iceberg (9) cane iceberg (10) cane iceberg cane iceberg (3)
<
>

#SaveIceberg

Il caso del cane Iceberg è arrivato su tutti i giornali danesi e sulle testate giornalistiche italiane.
All’appello #SaveIceberg hanno aderito diversi artisti italiani, con Noemi in prima linea, e poi Michele Bravi, Emma Marrone, Giorgia, J-Ax, Negramaro, Laura Pausini e tanti altri.

saveiceberg saveiceberg saveiceberg saveiceberg saveiceberg
<
>