Rocco Siffredi premiato negli USA con l’Oscar del porno

ROMA – Il celebre pornoattore, regista e produttore italiano, Rocco Siffredi, ha vinto venerdì scorso un ulteriore AVN Award: il premio, analogo all’Oscar, è il più prestigioso riconoscimento nel settore dell’intrattenimento per adulti. La premiazione è avvenuta a Las Vegas venerdì 27 gennaio, durante la kermesse organizzata in Nevada da Adult Video News: autorevole magazine dell’industria a luci rosse che, fin dal 1984, riunisce negli Stati Uniti il comparto produttivo e premia le eccellenze mondiali. Rocco Siffredi, interprete e regista di oltre duemila film, ha vinto in carriera 40 differenti AVN Awards, di cui ben 8 nella categoria “miglior attore straniero” ed è annoverato nella lista d’onore che celebra le più influenti personalità della cinematografia a luci rosse.

La leggenda italiana del porno mondiale è salita sul palco venerdì, per premiare il vincitore della categoria “miglior dramma” e per ritirare il proprio AVN Award nella categoria “miglior serie straniera”.

“Sono felice per questo AVN Award: premia il tanto impegno dedicato in sei anni di riprese.” – ha commentato Rocco Siffredi, riferendosi al film premiato, aggiungendo che – “…è la prova che creatività, passione e dedizione al lavoro sono le qualità, tipicamente italiane, che il resto del mondo apprezza, premia e… un po’ invidia.”

E il 53enne di Ortona non è l’unico italiano che, a gennaio 2018, primeggia nella filmografia vietata ai minori: il 18 gennaio a Los Angeles, durante la consegna degli XBIZ Awards, premi che, come i Golden Globes per gli Oscar, anticipano i prestigiosi AVN di Las Vegas, il film “Rocco’s Perfect Slaves 11” ha vinto la categoria come “miglior film straniero”.
Tra gli interpreti è presente Filomena Mastromarino, in arte Malena: astro nazionale a luci rosse, scoperta da Rocco Siffredi nel 2016 e attrice prediletta del pluripremiato regista e produttore italiano.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it