Dear Basketball è il cortometraggio d’animazione che ha vinto l’oscar

Il corto sapientemente diretto da Glen Keane racconta la commovente storia scritta dal giocatore Kobe Bryant sulle lettere in cui annuncia il ritiro dalla pallacanestro

Roma – Sono cinque minuti e qualcosa di poesia, disegni bellissimi e parole vere. Dear Basketball è il corto d’animazione che ha vinto l’oscar la scorsa notte. Scritto dal leggendario cestista dei Lakers Kobe Bryant e sapientemente diretto da Glen Keane, conosciuto per i suoi lavori Disney, Dear Basketball è basato sulle lettere scritte dal giocatore e pubblicate il 29 novembre 2015 sul The Players’ Tribune in cui annunciò il suo ritiro dalla pallacanestro. Il corto, prodotto da Believe Entertainment Group, è stato presentato ad aprile 2017 al Tribeca Film Festival e poi candidato agli oscar e premiato dall’Academy Awards

GUARDA Dear Basketball

"Dear Basketball" – Kobe Bryant – Thanks for everything (Oscar Winner)

Abituato ai flash e al successo, il trentanovenne Bryant, cinque volte campione Nba, è però salito sul palco visibilmente emozionato. Kobe ha ringraziato con parole d’amore e in italiano la moglie e le figlie, poi nel sue breve discorso ha sottolineato che un giocatore di basket non sempre palleggia e basta, si è detto felice di essere anche altro ed ha così sottilmente supportato la star dei Cleveland Cavaliers Lebron James, fortemente criticata per il suo impegno civile e politico da una giornalista di Fox News, Laura Ingraham