spettacolo

The Shalalalas fanno BOOM! Fuori il nuovo disco il 9 marzo

The Shalalalas. Photo Agnese Carinci

Roma – I più attenti se li ricordano tra i giovani in gara per arrivare sul palco di Sanremo, era il 2016 e per un soffio non li abbiamo visti alla 67ma edizione del Festivàl; altri invece li ri-conoscono perché il regista Luca Ribuoli li ha voluti a suonare la colonna sonora della fiction Rai L’Allieva. Stiamo parlando dei The Shalalalas, duo romano col nome più difficile della storia che nonostante l’anima indie è già arrivato in luoghi insperati, dal Primavera Sound alla prima serata in casa Rai. Quello di Alex Are e Sara Cecchetto è appunto un indie rock “spensierato e dreamy”, che dal 2013 lega e unisce il folk e il country mescolandoli a un’anima pop raffinata e intrigante. Dopo il primo EP “The Fucking Shalalalas” (2013) e il primo LP “There are 3 las in Shalalalas” uscito nel 2015 per Bassa Fedeltà, esce con la stessa etichetta il 9 marzoBOOM“.


Il nuovo lavoro discografico sarà presentato giovedì 8 marzo sul palco del Lanificio.  

BOOM, IL DISCO

BOOM è un disco da ascoltare, nella quale risuonano canzoni che diventeranno la giusta soundtrack di tanti attimi. È un disco per i momenti spensierati come per quelli più intensi, per i tramonti estivi come per i tè invernali, per le passeggiate in pieno autunno come per i primi soli primaverili.” Alex e Sara stavolta arricchiscono le loro canzoni con la partecipazione in sala di registrazione di Cesare Petulicchio (batteria) e Federico “Jolkipalki” Camici (basso) che danno al disco nuove dimensioni sonore che si possono già ascoltare in Love me tonight, il singolo uscito a dicembre che anticipa l’album. BOOM è una “tranquilla esplosione” indie rock che non dimentica le fondamenta acustiche sulla quale si erge la musica dei The Shalalalas. Questo nuovo lavoro da una parte si apre a sonorità inedite per il duo, accostabili a quelle dei The Kooks, Belle & Sebastian e Angus & Julia Stone, dall’altra conserva la musicalità e la spensieratezza dei lavori precedenti: il risultato è un sound lontano dai comuni paradigmi dell’indie italiano. Dieci canzoni che vedono ancora una volta la voce di Sara alternarsi a quella di Alex, creando così linee vocali rare e del tutto particolari nel panorama musicale nazionale. Le atmosfere del disco alternano serenità e dreaminess a tratti leggermente più malinconici, lasciando chi ascolta libero di scavare nei ricordi o immaginare scenari futuri.
Tutto promette molto bene, sintonizzatevi sul 9 marzo e, in attesa del tour, ascoltate i The Shalalalas a Roma, chi buca il nuovo live pare si perda più di una sorpresa.