Il Piano Nazionale Scuola Digitale approda per tre giorni a Brindisi

Il Piano Nazionale Scuola Digitale approda per tre giorni a Brindisi

BRINDISI – ‘Sail to the Future, #Futura Brindisi’ è il nome della manifestazione che a partire da oggi, e fino al 6 giugno, si svolgerà nel centro storico di Brindisi. L’evento rientra nell’ambito del Piano Nazionale Scuola Digitale: formazione, dibattiti, esperienze, promosso dal MIUR, e collega 24 città italiane tra iniziative didattiche e formative per divulgare azioni di innovazione didattica e digitale nella scuola italiana.

Con il patrocinio del comune di Brindisi ‘Sail to the Future’ è stata organizzata dal liceo “Ettore Palumbo”, in collaborazione con l’istituto “Ettore Majorana”, entrambe scuole della città portuale che sfocia sull’Adriatico. Palazzo Nervegna, Palazzo Guerrieri, Piazza Sottile De Falco, il porto di Brindisi sono il cuore pulsante di molteplici iniziative formative per studenti e docenti, di workshop, di conferenze e dibattiti, di gare di robotica e proposte progettuali con cui gli studenti presenteranno le loro idee 4.0 per contribuire allo sviluppo sostenibile del territorio pugliese.

 

 

 

Al Nuovo Teatro Verdi si è tenuta la cerimonia iniziale, alla presenza di centinaia di studenti provenienti da tutte le province della Puglia. Tra esibizioni di musica e danza che hanno visto in scena giovanissimi artisti pugliesi, lunghe strisce colorate di tessuto hanno attraversato la platea del teatro, passando di mano in mano, in un collegamento simbolico di Brindisi col mare, con tutto il territorio nazionale per poi sconfinare nel resto del mondo.

“#Futura Brindisi- ha dichiarato Serena Oliva, dirigente scolastica del Liceo Ettore Palumbo- è una grande occasione per mostrare la bellezza, la grandezza, la creatività, l’innovazione che caratterizzano quotidianamente le nostre aule. La forza del territorio è la collaborazione con la scuola, ma la ricchezza e la forza della scuola si manifesta in sinergia con il territorio”.

Sono due i principali appuntamenti attesi nei prossimi giorni: il ‘CivicHack Brindisi’, hackathon civico in cui 78 studenti brindisini collaboreranno per contribuire alla valorizzazione artistico-culturale del territorio ed il ‘Model UNEP’, la simulazione di un’assemblea delle Nazioni Unite per l’ambiente, in cui 80 studenti delle scuole pugliesi, in un lavoro di squadra, troveranno soluzioni alternative, finalizzate a rimuovere l’inquinamento plastico dai mari con il raggiungimento dell’Obiettivo 14 dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile: un programma d’azione per la tutela degli oceani, dei mari e delle risorse marine.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it