#Maturità2018. Roma, al Talete soddisfatti da prima prova: "Ora terrore matematica"

#Maturità2018. Roma, al Talete soddisfatti da prima prova: “Ora terrore matematica”

ROMA – “Di temi ne abbiamo fatti tanti in questi anni e le tracce erano abbordabili, sono abbastanza soddisfatto del mio lavoro, ho scelto il saggio breve sulla solitudine e il rapporto con l’arte”. Simone e’ il primo maturando ad uscire dal portone del liceo scientifico ‘Talete’ di Roma, intorno alle 12.20, “non capisco come si possano impiegare sei ore a scrivere un tema– continua sorridendo- la prova che mi mette piu’ ansia e’ quella di domani, matematica”.

È un parere condiviso dalla maggior parte degli studenti intervistati, che si dicono tranquilli rispetto alla prova appena conclusa, ma ansiosi per quella di domani. C’e’ chi la prende con ironia, come Davide, che alla domanda sulla seconda prova sorride e alza le sopracciglia: “Per domani diciamo che e’ un terno al lotto, non si sa veramente come potrebbe andare, perche’ ogni anno cambiano la prova matematicaà quindi i piu’ preparati in matematica fanno il compito agli altri, generalmente funziona cosi'”.

In generale i ragazzi sembrano aver apprezzato le scelte fatte dal ministero, soprattutto per la varieta’ dei temi trattati. Secondo Niccolo’ “le tracce erano molto variegate, c’era un’ampia scelta, anche se mi aspettavo delle tematiche piu’ attuali e non solo legate alle ricorrenze; ho scelto il tema storico sulla Costituzione, ma avrei preferito qualcosa piu’ degli anni nostri”. Pochi studenti hanno optato per l’analisi del testo, anche se hanno apprezzato il legame con l’attualita’ del passo riportato, ma “Bassani (l’autore de Il giardino dei Finzi-Contini, ndr) non lo conoscevo proprio, quindi ho subito scartato questa opzione”, spiega Davide.

Uno dei temi piu’ gettonati tra i ragazzi del ‘Talete’ e’ stato invece quello scientifico, sulla bioetica della clonazione. “Ho scelto la traccia sulla clonazione perche’ mi piaceva molto per la sua attualita’– dice Lorenzo- non e’ una tematica facile, ma si tratta di argomenti che mi sono sempre interessati, quindi l’ho fatta con gioia”. Sembra molto rilassato, tanto che alla domanda sulla preparazione per la prova di domani risponde: “Ho fatto molti esercizi e ho studiato molto, pero’ oggi credo che mi riposero’ e cerchero’ di stare calmo”. C’e’ chi, infine, la prende con filosofia, come Laura: “La prova di domani e’ tremenda, ma insomma, ormai non ci resta che sperare che vada bene”.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it