Gli Hollywood Vampires a Roma con il loro inno al rock vivente

Gli Hollywood Vampires a Roma con il loro inno al rock vivente

ROMA – Prendi un paio di super star del rock e mettile a suonare in una delle location romane più affascinanti: il risultato altro non potrà essere che una folla di spettatori ammaliati e scatenati, pronti anche lanciare reggiseni sul palco, come da tradizione. Un grande spettacolo alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, dove si sono esibiti gli Hollywood Vampires, la “superband” nata per “gioco” da Alice Cooper, Joe Perry – il chitarrista degli Aerosmiths – e l’attore Johnny Depp.

La tappa romana, inserita nel calendario di Rock in Roma, che ha chiuso il tour internazionale del gruppo, ha regalato agli spettatori la voce grintosa e graffiante di un Cooper ancora più che in forma – abiti di scena e colpi di bacino niente male per uno che è entrato nei 70 a febbraio – nonché grandi successi per gli appassionati del rock classico dei tempi d’oro: ‘Five to One’ e ‘Break On Through’ dei Doors, ‘The Jack’ degli AC/DC, ‘Baba O’Riley’ degli Who. Ma anche ‘Heroes’ di David Bowie, ‘Sweet Emotion’ degli Aerosmith e ‘I’m Eighteen’ e ‘School’s Out’ di Cooper.

QUI LE FOTO DELLA SERATA

Alle cover, che costituiscono i successi del primo e unico album del 2015, i tre hanno aggiunto alcune tracce nuove: ‘I Want My Now’, ‘The Boogieman Surprise’ e ‘Bushwackers’. Poi palloni colorati lanciati sul pubblico, giochi di luci, siparietti che hanno coinvolto un Johnny Depp tutto sommato a suo agio con microfono e chitarra elettrica in mano. Ad accompagnare il trio Cooper-Perry-Depp anche altri super musicisti: il bassista Chris Wyse e il chitarrista Tommy Henriksen, poi Buck Johnson alle tastiere e Glen Sobel alla batteria. Un goduria per i nostalgici, molti dei quali con figli e nipoti al seguito.

 

Video Playlist
1/7 videos
1
People Who Died (The Jim Carroll Band cover)
People Who Died (The Jim Carroll Band cover)
2
Baba O’Riley (The Who cover)
Baba O’Riley (The Who cover)
3
The Jack (AC/DC cover)
The Jack (AC/DC cover)
4
Five to One/Break On Through (to the Other Side) (The Doors cover)
Five to One/Break On Through (to the Other Side) (The Doors cover)
5
Ace of Spades (Motörhead cover)
Ace of Spades (Motörhead cover)
6
Heroes (David Bowie cover)
Heroes (David Bowie cover)
7
School’s Out (Alice Cooper cover)
School’s Out (Alice Cooper cover)

Le origini degli Hollywood Vampires

Gli Hollywood Vampires comunicano appunto questo: la voglia di suonare divertendosi, un progetto che negli anni ha attirato non a caso collaboratori illustri del calibro di Paul McCartney, Dave Grohl (ex-Nirvana, oggi voce dei Foo Fighters), Perry Farrell, Duff McKagan, Robbie Krieger (ex Doors) e persino Christopher Lee, che interpretò l’intro dell’album.

A lanciare l’idea nel 2012 fu Alice Cooper, deciso a rivivere i grandi successi degli amici rock star scomparsi negli Anni 70 “a causa dell’alcol”, come ha spiegato Cooper stesso. Il nome trae ispirazione dal locale da lui aperto negli anni Settanta a Los Angeles, e dove con i “colleghi” di quegli anni si faceva a gara a chi beveva di più. Così sul maxi schermo alle spalle dei musicisti, durante ‘People Who Died’ dei Jim Carroll Band – interpretata da Depp – anche un tributo per immagini ai giganti del rock che non sono più: John Lennon, John Bonham, Jimi Hendrix, Jim Morrison, per citarne qualcuno. Ma non sono mancati quelli scomparsi più di recente, come David Bowie o Chris Cornell. Un inno alla vita insomma, e a un genere – il rock – che nonostante tutto, non morirà mai.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it