Fan al concerto di Shawn Mendes a Pittsburg ma con un anno di anticipo

ROMA – L’attesa di un concerto mette sempre ansia. A maggior ragione se, a esibirsi, è il proprio contante preferito. Ore e ore di viaggio, lunghe attese ai cancelli. Il tutto per essere in prima fila. È quello che è successo anche il 6 agosto scorso a un gruppo di fan di Shawn Mendes. 

Di buon ora, Bob Rice e la sua famiglia – così come altre persone – si sono messe in viaggio per raggiungere la location. Era tutto andato per il verso giusto finché – un’ora prima dell’evento  si sono resi conto di essere troppo in anticipo. Per la precisione di ben un anno. Il concerto di Shawn Mendes era fissato per il 6 agosto ma del 2019.

Abbiamo preso i biglietti per il concerto di Shawn Mendes il 6 agosto — ha raccontato il signor Rice su Twitter —. Quando siamo arrivati, però, abbiamo realizzato che era nel 2019. E non siamo stati i soli! Torneremo l’anno prossimo”.

Ad incappare nell’errore non è stata solo la famiglia Rice. Anche altri fan, su Twitter, hanno scritto di aver sbagliato data. “Eravamo così emozionate per il tuo concerto a Pittsburgh, che siamo arrivate con un’ora e un anno di anticipo”, ha scritto qualcuno al cantante. “Non riesco a credere che abbiamo guidato sei ore per vedere Shawn Mendes e ci siamo presentati un anno prima”, ha scritto qualcun’altro.

Lo scorso 25 maggio è uscito il terzo disco, omonimo, dell’artista appena 20enne (li ha compiuti l’8 agosto).

L’album ha debuttato al primo posto nella classifica Billboard 200, vendendo 182.000 copie e divenendo il terzo album di Shawn Mendes a piazzarsi alla numero uno in questa classifica. Ha collezionato diverse prime posizioni anche il primo singolo, In my blood.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it