Salta l’uscita al cinema dell’ultimo film di Johnny Depp, City of Lies

ROMA – Senza nessuna spiegazione, l’ultimo film di Johnny Depp – City of Lies – L’ora della verità – sarebbe stato ritirato dai cinema a un mese dalla sua uscita. Lo riferiscono diversi media americani.

La trama e il trailer  del film

Il film, diretto da Brad Furman,  parla della morte del rapper Notorious B.I.G., ucciso a soli 24 anni nel 1997, qualche mese dopo l’omicidio di Tupac. Depp interpreta  Russell Poole, un detective della polizia di Los Angeles caduto in disgrazia che non riesce a risolvere il suo più grande caso, gli omicidi delle due icone della musica rap. Vent’anni dopo riceve la visita di Jackson, un reporter dell’ABC. I due conducono insieme una nuova indagine decisi a smascherare il coinvolgimento della corrotta polizia di Los Angeles.

Le accuse sul set a Johnny Depp

La decisione di ritirare il film arriva dopo la presentazione di una serie di accuse mosse da Greg Brooks, membro della squadra di produzione che ha accusato Depp di averlo preso a pugni due volte.  

Brooks aveva interrotto le riprese per un problema di permessi e per questo l’attore l’avrebbe preso a pugni insultandolo. Quando si è accorto che Brooks non avrebbe reagito, Depp gli avrebbe offerto 100 mila dollari per essere colpito faccia. Il manager racconta che il giorno successivo gli è stato anche chiesto di firmare una dichiarazione che gli avrebbe impedito di fare la denuncia, ma lui ovviamente ha rifiutato. 

Accuse pesanti che seguono quelle lanciate da due ex bodyguard della star hollywoodiana e dall’ex moglie Amber Heard e che potrebbero mettere a rischio anche la partecipazione di Depp al prossimo Pirata dei Caraibi. Resta da capire se Notorious Pictures, Miramax e Good Films sceglieranno una nuova data di uscita di City of Lies entro la fine del 2018.

 

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it