Il vero Young Signorino si racconta a Noisey: "Il personaggio è differente dalla persona"

Il vero Young Signorino si racconta a Noisey: “Il personaggio è differente dalla persona”

Dal rapporto controverso con il suo ex manager al significato di Mmh ah ah ah, passando per le storie dei suoi tatuaggi.
Un inedito Young Singorino si racconta ai microfoni di Noisey, lasciando i fan di stucco.
Davanti alle telecamere c’è Paolo, un ragazzo con un passato difficile che ha poco a che fare con il personaggio da lui creato.

“Le persone si fermano all’immagine di Young Signorino. E’ anche Paolo, non dico che siano due cose totalmente differenti, ma secondo me il personaggio deve rimanere diverso dalla persona”.

Nella lunga intervista, Young Signorino ricorda i suoi periodi bui, parlando del rapporto travagliato con il suo manager, dal quale si è da poco separato, fino a raccontare del coma auto-indotto e del suo passato con le droghe.

“Sono voluto andare in coma praticamente, però non è una cosa da fare. […] Ho conosciuto le droghe che avevo 15-16 anni, quando sono andato via di casa. Quest’anno, da quando è entrata la mia ragazza nella mia vita, sono cambiato”.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it