Migranti, a Lampedusa la giornata della memoria e dell'accoglienza

Migranti, a Lampedusa la giornata della memoria e dell’accoglienza

LAMPEDUSA – Tre giorni per celebrare la memoria delle oltre 400 vittime del terribile naufragio che cinque anni fa scrisse una delle pagine piu’ tristi della storia dell’isola.

Il comitato 3 ottobre, presieduto da Tareke Braheme, ha aperto le iniziative commemorative che vedono la partecipazione dell’Unhcr, Amnesty International, Medici senza Frontiere, Oim, Fcei, Comunita’ di Sant’Egidio. Studenti provenienti da ogni parte d’Italia si sono ritrovati per la prima visita al Museo della fiducia e del dialogo per il Mediterraneo, che il Presidente della Repubblica ha inaugurato nel 2016.

Qui gli studenti del liceo scientifico ‘Marconi’ di Pesaro hanno portato in scena una rappresentazione teatrale dedicata al racconto di un rifugiato afghano. Spazio poi agli approfondimenti dei temi che ruotano intorno al fenomeno migratorio.

La mattinata di oggi e’ stata dedicata ai workshop, presso l’istituto Pirandello, per il confronto fra i giovani e gli operatori dell’immigrazione. Nel pomeriggio e’ in programma la tavola rotonda su ‘Identita’ migranti’, con una serie d’interventi per conoscere le dinamiche di questo fenomeno.

Domani da Piazza Castello partira’, invece, la tradizionale marcia verso la porta d’Europa, dove si terra’ un momento di raccoglimento con padre Mussie Serai e don Luca Camilleri con i superstiti del naufragio, gli studenti e la comunita’ locale.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it