Ian MCewan e Ray Dolan aprono la 16sima edizione di BergamoScienza

ROMA – Parte oggi la 16esima edizione di ‘BergamoScienza’, il festival di divulgazione scientifica, che proporrà 16 giornate interamente dedicate alle meraviglie della scienza. Ben 160 gli eventi, tutti gratuiti, fino al 21 ottobre: conferenze, laboratori interattivi, spettacoli, mostre. Ultime notizie dal mondo della ricerca, segreti svelati, miti da sfatare e pregiudizi da superare, tecnologie innovative ed esperimenti coinvolgenti presentati a un pubblico ampio e intergenerazionale da esperti e scienziati di fama mondiale. Il

Il festival apriràalle 17 nell’aula magna dell’università degli studi di Bergamo con un dialogo tra lo scrittore Ian McEwan e il neuroscienziato Ray Dolan, preceduto dalla cerimonia di inaugurazione animata dall’astrofisico e divulgatore scientifico Luca Perri e dal fumettista Tuono Pettinato. Ian Russell McEwan con l’amico e neuroscienziato Ray Dolan con il quale condivide, oltre all’amore per le escursioni in montagna anche una grande passione per la scienza, parlerà di emozioni tra scienza, cervello e letteratura indagando i punti di contatto fra due discipline solo apparentemente distanti.

Domenica 7

Domenica 7 ottobre alle 16, sempre nell’aula magna dell’universita’ di Bergamo, il paleontologo ed esperto di dinosauri Jack Horner, l’Alan Grant di Jurassik Park, sara’ protagonista dell’incontro ‘Riscoprire i dinosauri’. Horner, che e’ stato consulente di Spielberg, e’ autore di una straordinaria ed eccitante scoperta: nidi fossilizzati di dinosauri. Con le sue ricerche ha dimostrato che questi antichi rettili, da cui discendono i nostri uccelli moderni, accudivano i propri piccoli. Raccontera’ questa avventura emozionante nello Stato del Montana con rivelazioni inedite sull’aspetto, sulle abitudini e sul comportamento di queste antichissime creature. E svelerà quanto di ciò che è emerso su di loro è poi approdato nei nuovi episodi della saga di Jurassic World e ciò che invece – per ragioni di spettacolarità – è rimasto immutato.

Durante il primo fine settimana di ‘BergamoScienza’ si svolgerà ‘La Scuola in Piazza’ (sabato 6 ottobre dalle 14,30 alle 18,30 e domenica 7 dalle 10 alle 18), la consueta fiera scientifica on the road in cui sarà dato un assaggio dei molti laboratori interattivi che nelle due settimane successive coinvolgeranno grandi e piccini.

Il Sentierone di Bergamo bassa sarà animato dagli stand di 45 istituti scolastici – dalle scuole d’infanzia all’università – ai quali si affiancheranno quelli delle forze dell’ordine di: Guardia di Finanza, Accademia della Guardia di Finanza, Polizia e Carabinieri, lo Stato Maggiore della Difesa, un’occasione per mostrare a tutti le caratteristiche, spesso poco note, del loro essenziale lavoro.

La Polizia scientifica, supporto essenziale per le attività di investigazione, proporrà ad esempio, la mostra fotografica Frammenti di storia – l’Italia attraverso le impronte, le immagini e i sopralluoghi di Polizia scientifica, curata dalla Direzione centrale anticrimine della Polizia di Stato.

Ritornano anche le ‘Piazze d’Arte e Scienza’: tre scuole, tra quelle che hanno aderito al bando P+A+S+S indetto dall’associazione BergamoScienza, hanno l’onore di arredare d’arte e scienza la citta’ con installazioni: la scuola d’arte ‘Andrea Fantoni’ propone ‘Il codice binario’, ‘La creazione dell’arcobaleno’, ‘Cucire gli alberi e Bio-cestini’; il liceo artistico statale G. e P. Manzu’ ‘Un tetraedro per la vita’; l’isis ‘Giulio Natta’ di Bergamo ‘Fiat Lux’. Per gli eventi e’ consigliata la prenotazione.

Programma e prenotazioni sono disponibile: www.bergamoscienza.it

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it