'Up & Down', Paolo Ruffini: "Le cose più belle della vita non sono normali"

‘Up & Down’, Paolo Ruffini: “Le cose più belle della vita non sono normali”

Il docufilm è stato presentato ad Alice nella città

ROMA – “La normalita’ e’ un’illusione. Un’invenzione per chi e’ privo di fantasia”. Lo ha detto Alda Merini e lo ribadiscono i protagonisti di ‘Up & Down – Un film normale’, diretto da Paolo Ruffini e Francesco Pacini. Il docufilm – presentato ieri ad Alice nella citta’, che si terra’ fino al 28 ottobre all’Auditorium Parco della Musica – e’ un’indagine sulla normalita’, raccontata attraverso gli occhi di sei attori straordinari: Federico Parlanti, Andrea Lo Schiavo, Erika Bonura, Giacomo Scarno, Simone Cavaleri e David Raspi, tra questi, cinque con sindrome di down e uno autistico.

‘Up & Down’ e’ la storia della compagnia teatrale di Livorno Mayor Von Frinzius di Lamberto Giannini che ha compiuto una grande impresa: ha realizzato uno spettacolo e lo ha portato nei piu’ prestigiosi teatri d’Italia. La missione e’ stata compiuta grazie all’aiuto di Ruffini, il quale ha deciso di portare sul grande schermo il backstage di questa avventura. 75 minuti di girato che racchiudono l’emozione e l’adrenalina che nascono prima di salire sul palco, il talento e il carisma degli attori, le prove, l’impegno di Giannini, la capacita’ di tenere il ritmo sul palcoscenico e gli applausi del pubblico. Ma la vita scenica lascia spazio anche al quotidiano. C’e’ chi tra gli attori spera di trovare l’amore e chi lo ha gia’ trovato e poi c’e’ chi ha ritrovato la sua dimensione dopo la perdita della madre.

Federico Parlanti, uno degli attori del film, lo ha definito ‘un film normale’, questo e’ un ossimoro meraviglioso. – ha raccontato Ruffini in conferenza – Le cose piu’ belle della vita non sono normali, non esiste un film normale, non esiste un sogno normale, non esiste un’emozione normale. Ho iniziato a girare questo film con l’intenzione di raccontare nella maniera piu’ autentica possibile la meraviglia che ho scoperto lavorando con questi attori. Quando ho finito di girare mi sono accorto che avevo invece appena iniziato ad imparare. Si e’ trattato di un’avventura in cui proprio niente era normale -continua l’artista- Soprattutto non lo ero io. Stavo sempre sul cellulare per controllare follower e like e questo non e’ normale. E non so se e’ normale scattare una foto di un momento anziche’ vivere l’emozione. Io penso che noi siamo felici quando siamo ‘offline’. Quando sto con loro preferisco guardare le nuvole o correre spensierato su un prato. – e conclude – Il teatro, come il cinema, come la vita, non chiede di essere normale, al contrario, punta una luce sulla diversita’“.

‘Up & Down – Un film normale’ arriva il 25 ottobre al cinema con Fenix Entertainment. La tournee teatrale, invece, ripartira’ dal Teatro Nazionale di Milano il 22, 23 e 29 ottobre. I protagonisti proseguiranno il loro viaggio al Teatro Brancaccio di Roma il 6 e 26 novembre, il 13 novembre al Teatro Politeama Genovese di Genova, il 20 novembre al Teatro Verdi di Firenze e il 29 novembre al Teatro Celebrazioni di Bologna.