Maru, l’intervista “Zero Glitter” a Diregiovani

Un album vibrante quello della cantautrice che con leggerezza grida al mondo l'importanza di accettarsi e lasciarsi accettare

“A volte, per essere felici o almeno provare a esserlo, basta togliersi un po’ di polverosi strati di inutili fronzoli, maschere e lustrini e mostrarsi semplicemente per quello che si è”.

Ce lo racconta Maru, giovane cantautrice siracusana di stanza a Bologna, appena arrivata a Roma per suonare sul palco de’ Le Mura il suo album “Zero Glitter”. Aspettando di vederla dal vivo, il 2 febbraio, Maru racconta ai microfoni di Diregiovani l’essenza del nuovo lavoro, otto canzoni che parlano di sé con leggerezza e ironia. Un disco nato per gridare al pubblico il segreto della felicità: accettarsi e lasciarsi accettare. Dopo anni di incessante lavoro sui testi e di idee che le frullano per la testa, la musica ha trovato finalmente la forma perfetta di precipitare su carta e corda, grazie anche al prezioso aiuto del suo produttore Fabio Grande e all’etichetta Bravo Dischi.

2019-02-01T17:46:04+01:00