L'invito a "Farsi volere bene" di Filippo Dr.Panìco

L’invito a “Farsi volere bene” di Filippo Dr.Panìco

È fuori il nuovo lavoro del "cantante nei soggiorni". Un pacchetto d'autore che mescola musica, poesie, filastrocche, poster e adesivi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Roma – Magari stare insieme aiuta – forse – a “Farsi volere bene”, canta così la title track del nuovo album di Filippo Dr.Panìco, cantante e autore di storie “stralunate” a volte malinconiche e altre divertenti e irriverenti. Non ancora trentenne e con già due album alle spalle, Filippo Dr.Panìco torna sulle scene con un nuovo “pacchetto” da ascoltare, leggere, guardare e “incorniciare”. Si tratta infatti del terzo capitolo di quella che possiamo definire una “saga” dal sapore inedito e contemporaneo.  Dopo “Tu sei pazza” del 2016 e “Rovinare tutto” del 2018 esce “Farsi volere bene”, un disco prodotto da Luca Frasca e Federico Corradini ora fuori ovunque.

Un album di nove canzoni pop in cui Filippo racconta storie sincere, ritratti (a modo suo) di pezzi di vita: dal cane “Simone” alla  ragazza “Barbie mega guai” fino all’amico da ricordare “Lello aggiusta tutto”. Un viaggio nel suo mondo arricchito dal libro di poesie “Alzi la mano chi mi vuole bene” e da poster e adesivi con tanto di biglietti per andare sulla luna. Un pacchetto, il terzo appunto, ricco di spunti, metafore e suggestioni che elegge automaticamente Filippo Dr.Panìco artista a tutto tondo. Creativo votato alla musica, alle parole e alle poesie, Filippo ha trovato i suoi colori anche grazie al sodalizio artistico che lo lega ormai da anni all’illustratore Antonio Pronostico, autore delle copertine, dei poster e degli adesivi di tutti i pacchetti realizzati finora. 

È bene sapere che Filippo ormai da anni ha un rapporto priviligiato con Poste Italiane! Lui stesso si occupa di spedire i pacchetti che nel corso degli anni hanno raggiunto circa 2500 copie autodistribuite. Basta scrivergli sui suoi canali social e il gioco è fatto. Una scelta che gli consente di entrare in contatto con chi si avvicina al suo mondo, un pallino – quello di incontrare chi lo segue – che lo ha portato ad inventarsi il “Tour dei soggiorni”. E quindi mettete in conto, se volete, di ospitarlo a casa vostra: Filippo suonerà, leggerà e cucinerà per voi. Sono più di cento i soggiorni visitati in tutta Italia. A breve ripartirà per conquistare nuove case e “Farsi volere bene” da amici sconosciuti. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it