Il Flacco di Portici 'certificato' liceo d'Europa

Il Flacco di Portici ‘certificato’ liceo d’Europa

Ottenuto riconoscimento E-twinning e 'Certilingua'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – Vocazione europea e internazionale per dare ai ragazzi le capacità per diventare cittadini e professionisti al passo con i tempi. È la caratteristica che contraddistingue il liceo Quinto Orazio Flacco di Portici che è stato riconosciuto ente accreditato per la certificazione ‘Certilingua’ e ha ricevuto l’attestato di scuola ‘E-twinning’.

E-twinning è una piattaforma europea gestita da European schoolnet, una rete di 34 ministeri dell’Istruzione Ue e che offre ai docenti strumenti di apprendimento e sviluppo professionale. Ogni scuola ha la possibilità di caricare i propri progetti che possono essere riconosciuti come delle vere e proprie eccellenze. E il Flacco di Portici si è visto riconoscere, tra gli altri, il progetto ‘Yo-persona’, che prevede la cooperazione e il gemellaggio con sei partner stranieri: Spagna, Polonia, Francia, Portogallo, Slovenia, Belgio.

Gli studenti saranno in costante contatto con i coetanei degli altri paesi avendo anche l’opportunità di andare a trovarli ‘alla pari’ per perfezionare ed affinare le competenze linguistiche. Non solo scambi culturali però, il lavoro dei docenti e della dirigente del liceo porticese consentirà ai ragazzi di ottenere, insieme al diploma di scuola superiore, un attestato europeo di eccellenza per competenze plurilingue e competenze europee/internazionali.

In sostanza gli studenti si vedranno riconoscere dalla scuola la capacità di interagire in un contesto internazionale in due o più lingue– ha detto la dirigente scolastica, Iolanda Giovidelli- Questo oltre a completarne la formazione, consentirà ai ragazzi di avere un ulteriore riconoscimento da spendere sul mercato del lavoro, un ottimo risultato che ha premiato un lavoro pluriennale“.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it