Il primo bacio non si scorda mai.

Il primo bacio non si scorda mai.

Il primo bacio, sia esso il primo in assoluto tra adolescenti o il primo di una coppia che sta nascendo, è sempre molto emozionante per chi lo vive e questo momento a lungo sognato e fantasticato probabilmente lo si ricorderà per sempre.
Un po’ d’ansia da prestazione è quindi normale ma se è tanta può diventare fonte di stress e non permette di godere a pieno il momento, bisognerebbe quindi evitare di vivere il bacio come un esercizio che prevede tecnicismi poiché non esiste un bacio per eccellenza ma diverse forme di baciare e risulta quindi importante, nonostante l’imbarazzo, sentirsi a proprio agio. Nessuno potrà dire quale sarà l’istante giusto per farsi avanti e cercare di creare l’atmosfera giusta potrebbe contribuire a sentirsi più tranquilli.

Si possono individuare diversi tipi di baci: quello sulla fronte che risulta essere dolce e non a caso è un bacio che dà sicurezza ed esprime un grande affetto; il bacio a sandwich, molto romantico in cui le labbra si avvicinano lentamente e si posizionano in modo che siano “alternate” ossia il labbro superiore dell’una è posizionato sotto il labbro superiore dell’altro e non in corrispondenza; il bacio sul naso; il bacio alla francese, che è quello più apprezzato e diffuso al mondo, infatti consiste nel baciare con la lingua ed è un bacio appassionato, coinvolgente e travolgente; il baciamano, il bacio dato a labbra chiuse che può significare poca confidenza tra i partner che devono ancora lasciarsi andare e se dato con una certa pressione si chiama bacio a stampo.

Non esiste un’età prestabilita per dare il primo bacio, solitamente però ciò accade nel periodo dell’adolescenza, caratterizzato da importanti cambiamenti fisici, psico- affettivi e relazionali che hanno luogo nell’arco di tempo che si estende dalla fanciullezza all’età adulta.
In questo periodo, infatti, il comportamento sessuale è caratterizzato da una sequenza di atteggiamenti che l’adolescente mette in atto, a partire dal baciarsi e abbracciarsi, proseguendo col necking, ovvero il toccarsi in modo sessuale dalla vita in su, il petting, cioè toccarsi in maniera sessualizzata dalla vita in giù, fino ad arrivare al rapporto sessuale completo.

Per quanto riguarda il luogo invece, questo non importa, ma il ricordo e il sapore del primo bacio, voluto, inaspettato o rubato, porta quasi sempre con sé il calore e il colore dell’estate. Questa stagione, infatti, diventa periodo privilegiato proprio perché si è più liberi, più leggeri e il tempo della vacanza diventa il tempo del sogno che si realizza.  I baci estivi, così leggeri e spensierati, si caricano di significati profondi perché sanciscono le prime cotte o sigillano passioni lunghe una vita.
È necessario oggi più che mai insistere sul fatto che un bacio dato bene e al momento giusto potrebbe essere una pietra miliare nel proprio percorso di vita e risulta molto importante cercare di comprendere cosa succede quando si prende in mano il proprio corpo per metterlo al centro della relazione con una persona, altrimenti il rischio potrebbe essere quello di far rimanere il bacio come un’esperienza da far accadere il prima possibile, svuotata di ogni significato.

Lo sapevi che:

Se è stata un’esperienza molto bella o molto brutta il primo bacio rimane impresso nella memoria emotiva più a lungo del primo rapporto sessuale, anche se questo però avviene più nelle donne perché la tendenza maschile invece è quella di dimenticare più facilmente ed infatti risulta essere più un qualcosa non da incorporare ma da raccontare agli amici. Con un semplice bacio due persone riescono a scambiarsi delle informazioni a livello inconscio ed è proprio in quel momento che decidono se quella relazione può andare avanti o meno. Se un bacio si rivela deludente, probabilmente lo sarà anche la storia d’amore.

Lo stile del bacio sembra nascere dal grembo poiché il più delle volte chi si bacia inclina la testa verso destra ed il perché è stato svelato da uno scienziato tedesco che ha esaminato più di 100 coppie. L’esperto ha notato che i due terzi delle persone durante il bacio inclinano la testa verso destra, e la sua ipotesi è che questo istinto parta quando si è ancora nel grembo materno, quando d’istinto i bambini inclinano la testa verso destra. Questo si può notare anche nei film e nell’arte.

Dubbi e domande…
Anna, 16 anni
Non ho mai dato il primo bacio e non sono mai stata fidanzata…
Anonima, 14 anni
In vacanza ho dato il mio primo bacio…


Enrico Brignano, Primo bacio sulla ruota panoramica…

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it