Alternanza, Open Fiber a Roma apre le porte agli studenti di Scampia

Alternanza, Open Fiber a Roma apre le porte agli studenti di Scampia

Rebernik: "Vogliamo contaminarci con questi ragazzi"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Un programma formativo per ragazzi del quarto anno degli istituti tecnici che seguono il corso di studi di informatica con indirizzo telecomunicazioni. Ad aprire i cancelli della propria azienda a Roma, per un progetto di Alternanza scuola-lavoro, a studenti “già del settore” è Open Fiber, ‘mente’ della rete nazionale in fibra ottica.

Il service operation center ha infatti accolto gli studenti dell’Iti Galileo Ferraris di Scampia a Napoli. Una scuola all’avanguardia con oltre 2.000 iscritti, fiore all’occhiello di un territorio troppo spesso vittima di pregiudizi. Al termine delle attività svolte accanto ai ‘maestri del mestiere’ di Open Fiber, gli studenti più meritevoli avranno l’opportunità di seguire uno stage in azienda.

Più in generale il progetto di ‘alternanza’ coinvolge, oltre ai ragazzi di Scampia, anche gli alunni del Gulglielmo Marconi di Catania, del John Von Neumann di Roma e dell’Ettore Molinari di Milano. Presenti all’evento conclusivo di oggi, con gli studenti del Galileo Ferraris, il direttore del personale di Open Fiber, Ivan Rebernik, e i due ‘maestri del mestiere’ che hanno seguito i ragazzi lungo tutto il loro percorso, Paola Sergio e Fabio Melia.

“Siamo un’azienda vocata all’eccellenza che è cresciuta velocemente- ha detto Rebernik- diventando una realtà importante che sta cablando il Paese con un progetto in cui abbiamo investito oltre 6 miliardi di euro. Siamo un progetto Paese e di conseguenza vogliamo scambiare le nostre esperienze e opzioni verso il futuro con le eccellenze di cui l’Italia dispone e questa scuola rappresenta senza dubbio un’espressione di eccellenza formativa. Noi vogliamo contaminarci con questi ragazzi”. Il progetto è patrocinato dalla Municipalita’ VIII di Napoli.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it