Ginevra Costantini Negri, leader del futuro tra le note di un pianoforte

L'intervista alla giovane pianista

ROMA – Ha solo 18 anni ma è già tra i Cento giovani italiani under 30 leader del futuro secondo Forbes. Non solo, il Presidente Sergio Mattarella l’ha nominata Alfiere della Repubblica.

È Ginevra Costantini Negri, pianista e appassionata di musica classica. A Diregiovani, in occasione di Piano City Milano, il festival di pianoforte che ogni anno dal 2012 trasforma la città in una grande sala da concerto, ha raccontato come questo amore si è trasformato in un lavoro.

Dedizione e curiosità le parole d’ordine. Importantissime per continuare gli studi scolastici (che ha seguito da privatista) e quelli musicali. 

E i risultati sono già tanti. Prima adolescente a incidere Rossini pianistico, il suo CD è stato adottato dal Vaticano per le celebrazioni rossiniane, entra nella Top-Ten di i-tunes classica e nella Top of the Music – classifica generale di tutti i generi. Si è esibita negli Stati Uniti, Francia, Austria, Svizzera e Malta, in luoghi prestigiosi come la Carnegie Hall e per importanti Associazioni come gli Amici del Loggione del Teatro alla Scala e le Serate Musicali.

Quotidianamente, ascolta di tutto. Dalla classica ai Måneskin, unica regola che sia bella musica. E di bella musica da parte di Ginevra ne arriverà presto. La pianista ha, infatti, finito di registrare il suo nuovo album: il concerto per pianoforte e orchestra in fa maggiore di Paisiello. Non resta che seguirla perché, come ha detto nell’intervista Ginevra, la musica classica è vasta e varia e ce n’è per tutti i gusti!

2019-05-24T11:26:48+02:00