Mi ha confessato disperato di non essere più sicuro del suo sentimento…

Salve, non avrei mai pensato di scrivere in questo sito per un problema del genere.
Sto passando un brutto periodo con il mio ragazzo, ed avrei bisogno di un consiglio o di un parere.
Vorrei dire che lui per me non è stato semplicemente un ragazzo nei confronti di cui ho provato un semplice sentimento: ci siamo conosciuti a 16 anni, lui ci ha provato con me fin da subito ma io l’ho sempre rifiutato, però con lui ho sempre sentito una sorta di legame innato, che mi ha spinto ad ottenere a tutti i costi un’amicizia, non è stato un semplice amico, è diventato il mio migliore amico, sebbene lui continuasse a provare qualcosa per me. Abbiamo avuto questo rapporto di amicizia per due anni, fin quando il suo amore ha iniziato a scatenare anche in me qualcosa, motivo per cui ci siamo fidanzati. Stiamo insieme da quasi 11 mesi, non è stato mai tutto rose e fiori, specialmente a causa mia durante un primo periodo di stallo, superato quello però io mi sono perdutamente innamorata di lui.
È stato tutto perfetto, fino a quando…in questo ultimo periodo ho iniziato a sentire un distacco da perte sua, che in seguito mi è stato confermato da lui in persona, che 5 giorni fa mi ha confessato disperato di non sapere più cosa provasse nei miei confronti, di non essere più sicuro del suo sentimento per me…e di volere un periodo di pausa per capire. Io sono stata malissimo, ma lui il giorno dopo è subito tornato da me, chiedendomi scusa e dicendomi di aver capito, che desidera solo me ecx… Io gli ho creduto, ho capito cosa ha provato, avrebbe voluto riprendere un momentino aria, stiamo insieme da tanto e magari ha avuto un momento di nostalgia riguardo l’essere single, l’ho avuto anche io, non gliene faccio una colpa, alla fine ci siamo scelti, ancora. Il problema sta nel fatto che ora io lo vedo diverso, sono io diversa, è come se si fosse rotto qualcosa, non mi sento più amata come prima ed io mi sento come se mi mancasse la terra da sotto i piedi, ho paura che mi stia scivolando via..tutto, io mi sento morire, non riesco a reagire, ce l’ho accanto ma è come se non fosse lui e non fossi nemmeno io, non siamo più noi e non so cosa fare. I consigli delle amiche che dicono: “ci vuole tempo” non mi bastano più, non riesco ad avere tempo, non ne voglio, voglio il prima

Anonima, 19 anni



Cara Anonima,
ci dispiace per questo momento di confusione, ma ti assicuriamo che capitano non di rado nelle relazioni, soprattutto alla tua età.
E’ strano come dopo il grande entusiasmo e il trasporto iniziale tutto può essere invaso da dubbi e tanta confusione, nonostante si sia molto legati all’altra persona. Il fatto è che nei sentimenti si può vivere il paradosso di sensazioni molto forti e completamente contrastanti tra di loro.
Questo avviene perchè il rapporto di coppia è costantemente investito da tutti i dubbi, tormenti e insicurezze derivati dai nostri vissuti personali.
Ci ha colpito una frase che usi, nonostante tutto vi continuate a scegliere e questo deve farti riflettere sulla solidità del rapporto.
Sicuramente il fatto che lui si sia distaccato per te è stata, probabilmente, una delusione che ha alimentato le tue paure. Può succedere di nuovo? Cosa l’ha portato di nuovo da me? E’ abitudine?…..
E’ vero forse la fiducia è compromessa, ma non lasciare che le paure decidano a priori, magari sarà capitato anche a te di metterlo alla prova, di essere confusa di pensare che non fosse la persona giusta per te. Poi hai ritrovato delle risposte.
Quando si hanno questi momenti di crisi si pensa solo all’aspetto negativo della separazione, della rottura. Invece è un momento importante di trasformazione. E’ un momento di confronto profondo che se utilizzato bene serve a migliorare e a rendere ancora più salda la relazione. Cercate di capire insieme cosa vi ha allontanato, cosa vi ha fatto paura ma soprattutto riprendete la complicità, la voglia di scoprire ancora le nuove sfumature della vostra relazione. Magari potreste scoprire che il nuovo rapporto è migliore  del prima. Non sempre le cose accadono da sole nel tempo ma bisogna costruirle passo dopo passo.
Ricorda anche che per stare bene con gli altri è fondamentale stare bene prima con se stessi, quindi magari usa questo spazio riflessivo per capire meglio anche quali siano i tuoi bisogni e quali siano le tue paure. A volte può succedere che gli altri diventino una proiezione del nostro malessere.
Torna a scrivere se ne avessi ancora bisogno.
Un caro saluto!

 

10 Giugno 2019