VIDEO| Supereroe senza filtri. L'intervista a Emis Killa

VIDEO| Supereroe senza filtri. L’intervista a Emis Killa

Abbiamo incontrato il rapper durante il firmacopie romano di "Supereroe. Bat Edition"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Ogni volta che Emis Killa rilascia una dichiarazione, scrive un tweet o pubblica una storia su Instagram il putiferio è assicurato. Rapper da prima pagina, troppo spesso per i motivi sbagliati. E se il gossip lo insegue, il 29enne lascia che sia la musica a parlare. È uscito in tutti gli store digitali e in versione fisica “Supereroe Bat Edition”, il repack di “Supereroe”: il disco numero quattro di Emis Killa, quello che l’ha riconfermato in una scena sempre in evoluzione.

Quattro sono le tracce inedite che si aggiungono nella nuova versione di “Supereroe”: “Tijuana”, “Batman” feat. Nayt, “Montecarlo” feat. Geolier e “La mia malattia”. Il rapper ci ha raccontato  come si è rinnovato il disco. Ecco l’intervista

“Le canzoni che sono all’interno di questa ristampa del disco non sono brani esclusi dalla prima versione ad esclusione del La mia malattia che era rimasto fuori perché non era finito. Volevo inserirlo già nella prima edizione ma mi mancava un ritornello”, ci ha spiegato il rapper.

Rinnovarsi è la parola chiave: “In generale non amo tenere dei brani vecchi accantonati sul computer e usarli dopo. Poi risultano vecchi, i suoni non sono più gli ultimi del momento. Cerco sempre di fare roba nuova. Se lascio qualcosa fuori c’è un sempre un motivo“. 

Questa sorta di evoluzione è passata anche attraverso le collaborazioni con le “nuove leve”: Nayt, Capo Plaza, Vegas Jones. “Penso che collaborare con i giovani sia la cosa più giusta e stimolante da fare nella mia posizione”, ci ha detto. “Sono sempre sul pezzo, hanno altri ascolti come riferimento e di conseguenza questo filtra attraverso la loro attitudine e la loro musica – ha spiegato -. Diciamo che se vuoi fare una roba fresca, il modo migliore per essere contaminato è collaborare proprio con i giovani” . 

Le critiche per Emis Killa lasciano il tempo che trovano anche se il fraintendimento è sempre dietro l’angolo. “Non ho filtri tra la testa e la lingua quindi tutto quello che mi passa per la mente lo dico così come lo sto pensando ma non c’è mai malizia o della malafede in quello che dico. Ho il mio carattere e il mio modo di parlare che può farmi sembrare arrogante a volte”. I modi, insomma, spesso nascondono principi che Emiliano non rinnegherebbe mai. 

Emis Killa in tour

Intanto, il rapper ha aggiunto nuove date al suo tour estivo. L’artista ha annunciato le due tappe al The Village di Roma il 18 luglio e al Giffoni Film Festival il 26 luglio. Il tour passerà inoltre anche a Forte dei Marmi, Boario Terme, Red Valley Festival di Arbatax, Festa di Sant’Elena di Benetutti, per concludersi con una gran festa finale al Carroponte.

Venerdì 12 luglio || Forte dei Marmi (LU) @ La Capannina di Franceschi
Sabato 13 luglio || Boario Terme (BS) @ Piazzale delle Terme
Giovedì 18 luglio || Roma @ The Village – NUOVA DATA
Venerdì 26 luglio || Giffoni Valle Piana (SA) @ Giffoni Film Festival – NUOVA DATA
Venerdì 16 agosto || Arbatax (NU) @ Red Valley Festival
Lunedì 19 agosto || Benetutti (SS) @ Festa di Sant’Elena
Domenica 8 settembre || Sesto San Giovanni (MI) @ Carroponte

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it