Ruggine, un graphic novel dedicato al blocco emotivo dei millennial

Ruggine, un graphic novel dedicato al blocco emotivo dei millennial

Un lavoro dei giovani esordienti Francesco Vicentini Orgnani e Fabiana Mascolo, fuori l'11 settembre per Edizioni BD
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Roma – Arriva nel mondo del graphic novel un esordio che merita attenzione. Non ancora trentenni Francesco Vicentini Orgnani e Fabiana Mascolo conquistano le librerie con “Ruggine”, 144 pagine a colori fuori per Edizioni BD dal prossimo 11 settembre.

Per proteggersi dal dolore, uno dei metodi più antichi conosciuti dall’uomo è quello di forgiarsi un’armatura. Perché non dovrebbe valere anche per il dolore di una separazione? Ecco cosa si chiede Tullio, universitario che dopo la rottura con la sua fidanzata storica decide di rinchiudersi in sé stesso per non soffrire più. Se nulla può raggiungerlo, nulla potrà fargli più male… Ma quale sarà il prezzo da pagare?

La storia si focalizza sulla rivoluzione del linguaggio vissuta dai millennial. Dialogo, relazioni e problemi vengono condotti in buona parte attraverso social media e messaggistica istantanea. Litigi, rotture, ricongiungimenti: tutto può avvenire in poche righe di testo o in lunghissimi wall text.

«Il titolo vuole essere un’allusione alle conseguenze di una prolungata chiusura emotiva. Così come un’armatura può arrugginire fino a rendere difficile qualsiasi azione, allo stesso modo la volontà di agire e reagire si indebolisce quando, a causa di un dolore improvviso, ci si sottrae alla realtà e alle sue sfide. La ruggine ci è sembrata l’immagine perfetta per richiamare alla mente del lettore tutto questo.Raccontano gli autori. – Ruggine è il risultato di un momento particolarmente difficile, fatto di rotture, cadute e prese di posizione, una fase di crescita in cui sono stati coinvolti affetti e amicizie che, in un modo o nell’altro, hanno dato voce ai personaggi di questo libro. Raccontare quel periodo ci è sembrato il modo migliore per andare avanti e tagliarne finalmente i fili. L’immagine dell’armatura è nata invece dalla ricerca di una metafora semplice ed efficace per rappresentare la chiusura a cui spesso conduce il dolore di una separazione. Un’illusione di forza, un’ingenua promessa interiore di non farsi più coinvolgere tanto da poterne soffrire. Inoltre, ci piaceva l’idea di un elemento che fosse fisico e onirico al tempo stesso, così da poterci spostare continuamente da un piano all’altro a seconda delle esigenze narrative».

Il graphic novel si aggiunge a BD Next, la collana inaugurata durante l’edizione 2018 di Lucca Comics & Games, dedicata ai giovani ed esordienti italiani. Tra gli altri titoli: Bleeding Mariachi di Veronica Ciancarini, Due Attese di Maurizio Lacavalla e Il Sentiero delle ossa di Ettore Mazza in uscita il 25 settembre.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it