Instagram 'silenzia' i bulli: due nuove funzioni per aiutare i più deboli

Instagram ‘silenzia’ i bulli: due nuovi funzioni per aiutare i più deboli

La piattaforma scende in campo per frenare e prevenire il bullismo. Accanto alle nuove funzionalità anche una call to action dal titolo "Create don’t hate"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Instagram scende in campo contro il cyberbullismo e lo fa con due nuove funzioni pensate per contrastare e prevenire. La prima si chiama ‘Silenzia’ e permette agli utenti di ‘far tacere’ il bullo di turno. Come si fa? Semplice. Per silenziare qualcuno la piattaforma mette a disposizione diverse opzioni: 1. scorrere verso sinistra il commento della persona che si vuole silenziare 2. andare direttamente sul profilo di colui che si vuole ‘zittire’ e attivare la funzione 3. accedere dal proprio account alla sezione privacy in impostazioni.

Una volta silenziato il bullo, quest’ultimo non potrà più vedere quando la sua vittima è online nè se ha letto i suoi commenti. Inoltre una volta attivata la funzione, sarà il bullizzato a scegliere se rendere visibili i commenti a tutti oppure eliminarli o ignorarli. Una volta silenziato qualcuno non si riceverà alcuna notifica relativa ai commenti fatti dall’account silenziato. I messaggi diretti verranno spostati automaticamente in Richieste di messaggi e senza riceverne notifica. Per ‘sbloccare’ la persona silenziata basta rimuovere la funzione ‘silenzia’. “Silenzia è stata pensata per permettere a tutti gli utenti di proteggere il proprio account in totale tranquillità, senza perdere di vista il bullo” ha detto Adam Mosseri, capo di Instagram. E ancora: “Il bullismo è una questione complessa e Instagram è consapevole che i giovani affrontano una quantità sproporzionata di contenuti offensivi, ma sono spesso riluttanti a segnalare o bloccare i coetanei che li bullizzano”.

 

L’altra funzione nata per mettere un freno al bullismo è basata sull’intelligenza artificiale e si basa sulla ‘prevenzione’: quando un commento potrebbe essere considerato offensivo infatti, questa invia una notifica prima che la frase venga pubblicata. Secondo  Mosseri, questa funzione “Dà alle persone la possibilità di riflettere e annullare il loro commento e impedisce al destinatario di ricevere la notifica del commento. Dai primi test effettuati su questa funzionalità, si è scoperto che incoraggia alcune persone ad annullare il loro commento e condividere qualcosa di meno offensivo dopo che hanno avuto possibilità di rifletterci”.

Accanto a queste due nuove funzioni il team di Instagram ha deciso di usare la creatività per combattere il cyberbullismo. Per questo ha lanciato una call to action dal titolo “Create don’t hate” (Create, non odiate) in cui si invitano gli utenti a creare  un adesivo contro l’odio.  prossimamnete la piattaforma lancerà in tutto il mondo un adesivo da utilizzare nelle Storie dal titolo “Create don’t hate”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it