VIDEO| Piano e rap, ecco la formula vincente di Lazza. L'intervista

VIDEO| Piano e rap, ecco la formula vincente di Lazza. L’intervista

Il rapper ai nostri microfoni, durante l'instore romano di "Aurum" e "Piano Solo", ha raccontato il suo anno speciale, iniziato con l'uscita di "Re Mida"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Cosa c’entrano il piano e il rap? Senza pensarci, verrebbe da dire “nulla”. Chi, invece, ha conoscenza del genere, sa che la risposta è nella musica di Lazza, rapper e pianista allo stesso tempo, nonché produttore.

Classe 1994, Jacopo Lazzarini – questo il suo vero nome – è tutto questo. Un mix di influenze che, combinate tra loro, regalano un progetto unico nel suo genere. Sicuramente diverso da tutto quello che si ascolta oggi. Ai nostri microfoni, il rapper ha raccontato il suo anno speciale, iniziato con l’uscita del suo secondo disco “Re Mida” e culminato con la pubblicazione del disco in altre due versioni “Aurum” e “Piano Solo”.

“Re Mida (Aurum)” contiene inediti e nuove collaborazioni, mentre Re Mida (Piano Solo)”  fa riscoprire 8 tracce dell’album Re Mida” in una versione speciale tutta suonata e arrangiata da Lazza al pianoforte. Il risultato è tutto nuovo e completamente sorprendente. Il rapper dimostra che un genere non esclude l’altro e questa fusione, al contrario di quanto pensava lui stesso, piace ai suoi fan. Pubblicare “Piano Solo” non era un’operazione semplice: “Un po’ mi spaventava – ha raccontato a Diregiovani – perché mi rendo conto che magari alla gente piace altro. È sicuramente più trend altra roba che un disco con il pianoforte”.

Lazza ha studiato al Conservatorio e, nel 2016, è entrato nella 333 Mob, l’etichetta con la direzione artistica di Slaid e Low Kidd. Da allora è stato tutto in discesa: nel 2017 è uscito “Zzala”, il suo primo disco. Poi, le collaborazioni con Machete Crew e i suoi artisti (Salmo, Dani Faiv, Beba…), Fabri Fibra e Guè Pequeno. In “Aurum” e “Piano Solo” si aggiungono Sfera Ebbasta e Capo Plaza che Lazza conosce sin da quando non erano famosi, Emis Killa con il quale ha ritrovato un rapporto dopo aver abbandonato Blocco Records, Tedua ed Elodie.

Piano e ospiti saranno il filo conduttore dei prossimi live di Lazza. Finiti gli instore, il rapper ha in programma di entrare in studio per iniziare le prove: “Abbiamo preso uno studio in zona Navigli a Milano, Officine Meccaniche. Ci ho visto i Club Dogo in questo locale. Dobbiamo provare la scaletta perché abbiamo tanti pezzi. Abbiamo fatto pezzi con un bel po’ di gente, quindi sicuramente ci saranno – almeno per quanto riguarda Milano – tanti ospiti”.  Per l’aggiornamento sulle date live non resta che seguire i social di Lazza.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it