Roma, con progetto 'Scuole sicure' coinvolti più di 70mila studenti

Roma, con progetto ‘Scuole sicure’ coinvolti più di 70mila studenti

Intervista a Ciro Nutello
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Dal 2012 la Questura di Roma coordina il progetto ‘Scuole sicure’ per organizzare incontri con i ragazzi, formazioni per i docenti e incontri con i genitori. Vengono trattati i temi più richiesti, come il bullismo, la violenza, la violenza di genere, o le droghe, in modo continuo e costante”. Così Ciro Nutello, assistente capo della Polizia e coordinatore del progetto ‘Scuole sicure’ della Questura di Roma, spiega il funzionamento del progetto e i numeri della sua azione a margine del convegno ‘Pensiamo fuori dalla scatola’ in corso al centro congressi auditorium di Roma.

“L’anno scorso più di mille incontri con 72 mila studenti coinvolti, ma la cosa più importante è che siamo riusciti a coinvolgere 7 mila docenti e 5 mila genitori, è fondamentale perché così riusciamo a parlare tutti lo stesso linguaggio, identifichiamo il problema e sappiamo come affrontarlo, che credo che sia la cosa più importante”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it