Roma, oltre 700 studenti all'Auditorium per 'Io non odio'

Roma, oltre 700 studenti all’Auditorium per ‘Io non odio’

Il progetto per le scuole promosso dalla Regione Lazio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Oltre 700 studenti delle scuole di Roma e del Lazio hanno assistito questa mattina, nella sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, al monologo ‘Istruzioni per diventare fascisti’ della scrittrice Michela Murgia, nell’ambito del progetto per le scuole ‘Io non odio’ promosso dalla Regione Lazio. Toccando temi attuali, dal bullismo all’intolleranza, Murgia nel suo monologo ha raccontato l’odio con ironia e intelligenza per tesi, antitesi, sintesi con un ritmato accompagnamento musicale.

“Questa è un’iniziativa importante della Regione Lazio per le scuole- ha detto l’assessore al Bilancio, Alessandra Sartore– noi siamo chiamati a gettare dei semi di cultura e conoscenza a dai ragazzi che forse non hanno avuto una tradizione di memoria, anche familiare, di cosa è stato l’odio, la violenza, il nazismo, nel Novecento. Bisogna imparare a comprendere l’altro nelle sue differenze, la complessità e la diversità aggiunge qualcosa alla nostra vita”.

Queste le scuole presenti: Martino Filetico di Ferentino, Pontecorvo di Pontecorvo, James Joyce di Ariccia, Enrico Fermi e Michelangelo Buonarroti di Frascati, Leopoldo Pirelli, San Benedetto da Norcia, San Giuseppe del Caburlotto, Vincenzo Gioberti, Luigi Einaudi, Machiavelli, Giordano Bruno e Margherita di Savoia di Roma, Cesare Battisti e Ugo Tognazzi di Velletri e Carlo Alberto Dalla Chiesa di Montefiascone.

“È importante ascoltare l’altro, è importante iniziare a farlo alla vostra età- ha detto Giovanna Pugliese, Progetti ABC della Regione Lazio– Con ‘Io non odio’ vogliamo mettere in luce che l’unico modo per combattere l’odio è studiare, conoscere, avere gli strumenti per gestirlo”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it