Un giorno di pioggia a New York: sotto l'ombrello con Timothée Chalamet è poesia

Un giorno di pioggia a New York: sotto l’ombrello con Timothée Chalamet

Dal 28 novembre al cinema
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Woody Allen torna al cinema con Un giorno di pioggia a New York (A Rainy Day in New York): una commedia divertentissima e romantica che racconta la storia di due fidanzatini del college, Gatsby (Timothée Chalamet) e Ashleigh (Elle Fanning): lui, infelice e pittoresco, appartiene ad un’epoca passata. Preferisce i film classici hollywoodiani e la musica di Gershwin a qualsiasi cosa contemporanea. Lei, invece, è serena, spensierata e provinciale e vuole fare carriera come giornalista. Un giorno i due partono per la Grande Mela: la ragazza deve intervistare il famoso regista Roland Pollard (Liev Schreiber) per il giornale dell’università. Con l’occasione decidono di trascorrere un weekend romantico nella Grande Mela: ma i loro piani vanno comicamente in fumo quando Ashleigh viene completamente risucchiata dal mondo dello spettacolo. Oltre a Pollard, infatti, la ragazza passa del tempo con il famoso attore sudamericano Francisco Vega (Diego Luna) e lo sceneggiatore Ted Davidoff (Jude Law). Gatsby, invece, si ritrova a dover cambiare i piani romantici che aveva per lui e per lei. Ad irrompere nella sua infelicità è Chan (Selena Gomez): una ragazza sfrontata e autoritaria nonché sorella minore della sua ex fidanzata Amy. Ad unirli è la passione comune che hanno per le commedie romantiche classiche hollywoodiane. 

Finalmente Woody Allen torna ad essere Woody Allen. Il regista, dopo aver totalizzato non pochi flop con i suoi ultimi lavori, torna sul grande schermo con una storia brillante, bizzarra e sorprendentemente poetica, raccontata attraverso un cast giovane, carismatico e che ha saputo ben interpretare i dialoghi divertenti e originali che appartengono al DNA di Allen. Si tratta di Timothée Chalamet, Elle Fanning e Selena Gomez: ironici e piacevolmente assurdi, i personaggi mostrano vari problemi legati alla propria identità. Tra i tre Gatsby ha quello più ovvio: non conosce ancora se stesso.

Un giorno di pioggia a New York – dal 28 novembre al cinema con Lucky Red – è un film riuscito che diverte, dà spunti di riflessione e fa sognare ad occhi aperti un amore travolgente come un bacio ricevuto dalla persona amata tra le strade di NY.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it