Tra le 'Bellissime' di Elisa Amoruso anche Chiara Ferragni

Tra le ‘Bellissime’ di Elisa Amoruso anche Chiara Ferragni

Il cinema Lux di Roma ha ospitato la premiere del documentario
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Presentato alla 17ma edizione di Alice nella Città (sezione autonoma e parallela alla Festa del Cinema), Bellissime sarà al cinema fino al 20 novembre e su TIMVISION dal 13 dicembre. Ieri, il cinema Lux della Capitale ha accolto la premiere romana del documentario di Elisa Amoruso. Tra gli ospiti speciali anche Chiara Ferragni.

Grazie @chiaraferragni per essermi stata accanto anche in questa premiere! Bellissime resterà in sala solo altri due giorni, andate a vederlo anche voi! E domani sarà un’altra giornata memorabile… a presto news!”, ha scritto la regista su Instagram.

Bellissime e il culto dell’apparire

Dopo il successo di Chiara Ferragni – Unposted, la Amoruso torna al cinema con una riflessione ben costruita sul culto dell’apparire, su cosa voglia dire essere bambine, adolescenti e donne, sul legame tra una madre e le sue figlie, attraverso un continuo gioco di rimandi tra passato e presente.

Tratto dall’omonimo romanzo-inchiesta di Flavia Piccinni – che ha suggerito un disegno di legge sull’uso dei bambini nel mondo della moda presentato in Senato alla presenza di Dacia Maraini e tre interrogazioni parlamentari – il documentario segue la storia di mamma Cristina e le sue tre figlie, Giovanna, Francesca e Valentina. Attraverso il racconto di quattro donne unite dalla passione per la bellezza, il libro e la pellicola mostrano cosa succede quando i bambini diventano troppo alti per la moda bambino e i riflettori si spengono. 

 “Nel tempo passato con loro– ha raccontato la regista in occasione della presentazione ad #Alice2019 – abbiamo creato delle condizioni per far venir fuori delle riflessioni preziose per questo progetto: ci vuole empatia in questo e bisogna capire qual è il giusto momento per lanciare ai protagonisti un argomento che possa far venire fuori un dibattito. Nei momenti di litigio, per esempio, abbiamo carpito molto sul vero e forte legame che c’è tra Cristina e le sue figlie”.

Nella pellicola le protagoniste sono grandi e per loro non c’è più spazio nella moda dei giovanissimi. Se da una parte i riflettori si sono spenti, dall’altra si sono riaccesi con l’avvento dei social media, in particolar modo grazie a Instagram. A sostenerle, come sempre, prima di un casting o per la pubblicazione di un post, c’è mamma Cristina, che si divide tra il mondo della moda over 50 e la scalata verso il successo delle sue bambine. Bellissime è un racconto intimo e vero che mostra sia l’ossessione per il bello e sia il lato più profondo delle protagoniste.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it