Don't like this, il manga per uscire dalla propria "comfort zone"

Don’t like this, il manga per uscire dalla propria “comfort zone”

Fuori per la linea Aiken di BAO Publishing il nuovo lavoro di Kaori Tsurutani. Un racconto di formazione fuori dal comune
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Roma – Come si esce dalla propria comfort zone? Nella società giapponese troppo dedita al lavoro, la giovane Megumi scopre che un passatempo insolito come la pesca sportiva può aiutarla a conoscere meglio se stessa e il mondo circostante. La mangaka Kaori Tsurutani in Don’t like this crea un racconto di formazione fuori dal comune, un nuovo volume autoconclusivo della linea Aiken di BAO Publishing in libreria e fumetteria dal 23 gennaio.

Megumi è una game designer che dedica tutto il suo tempo al lavoro e non le piace quasi nulla della sua vita. Un po’ per caso, un po’ per cambiare routine, un pomeriggio scopre la pesca sportiva. All’inizio nemmeno questo hobby le piace davvero, ma poco a poco sembra farla uscire dal suo guscio.
Inaspettatamente, il suo nuovo passatempo diventa un modo per mettere alla prova le proprie capacità e vedere la città con uno sguardo diverso fra avventure in barca, nuove curiose conoscenze e ricette tipiche di cucina giapponese.
Una storia  Don’t like this raccontata in ventuno rapidissimi capitoli: ciascuno intitolato come una lamentela, che, in realtà, nasconde i piccoli particolari che rendono unica la vita di ognuno.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it