La memoria della Shoah al liceo 'Minghetti' di Bologna

La memoria della Shoah al liceo ‘Minghetti’ di Bologna

Posata la pietra d'inciampo con interventi di studenti, docenti ed esperti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – “Speriamo di riuscire a motivare gli studenti e le studentesse per far sì che diventino loro i testimoni capaci di non dimenticare gli orrori del passato” ha affermato la professoressa Guglielmo del liceo ‘Minghetti’ di Bologna, al termine dei due giorni di assemblea d’istituto interamente dedicati alla Shoah, in cui studenti e docenti hanno dedicato al tema dibattiti, riflessioni, laboratori artistici, interventi, visite guidate e mostre fotografiche.

L’organizzazione logistica dei due giorni della memoria è stata curata dal professor Giovanni Pellegrini e tra i vari momenti previsti dal fitto programma, sono stati presentati i lavori del gruppo della 1L e 1M, che, come restituzione del viaggio della memoria a Cracovia hanno realizzato due installazioni fotografiche correlate da interventi, riflessioni e da laboratori artistici. In questo contesto è avvenuta la posa della pietra d’inciampo donata al ‘Minghetti’ grazie al progetto del Miur, realizzato dal’istituto ‘Einaudi’ di Roma in collaborazione con la Fondazione MITE e diregiovani.it – ispirato all’artista tedesco Gunter Deming, che volle posizionare davanti alle case delle vittime dell’Olocausto delle pietre memoriali.

Un’altra delle attività che ha coinvolto gli studenti al di là dell’assemblea d’istituto, è il ‘Progetto Inciampi’: un percorso didattico riservato alle classi 5H e 4H coordinato dalla professoressa Laura Azzoni. Inciampi è nato per avvicinare gli studenti e le studentesse alle storie delle persone a cui sono dedicate le pietre d’inciampo delle città di appartenenza. Le ragazze e i ragazzi verranno sensibilizzati, commemorando le vittime della Shoah più vicine a loro, alla ‘Giornata della memoria’, realizzando podcast che saranno usufruibili a livello nazionale. Presente all’assemblea anche Guido Ottolenghi, presidente del Museo Ebraico di Bologna che ha introdotto il tema della giornata. Al centro della riflessione alcune domande per far riflettere i ragazzi sull’importanza della memoria.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it