VIDEO| Ultras opera prima di Francesco Lettieri con le musiche di Liberato

VIDEO| Ultras opera prima di Francesco Lettieri con le musiche di Liberato

Dal 9,10,11 marzo al cinema e dal 20 marzo su Netflix
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA -- Autore di moltissimi videoclip per Calcutta, Emis Killa, Liberato e Motta, Francesco Lettieri arriva al cinema con il suo primo lungometraggio, Ultras. Il film originale Netflix in associazione con Mediaset, prodotto da Indigo Film, arriverà sul grande schermo il 9, 10 e 11 marzo e sarà disponibile sulla piattaforma di streaming dal 20 marzo

La pellicola, accompagnata dalle musiche di Liberato, ambientata a Napoli segue le vicende di Sandro che, a quasi cinquant’anni, è ancora il capo degli Apache, il gruppo di Ultras con cui ha passato tutta la vita allo stadio: una vita di violenza, scontri, passioni e valori incrollabili. Ma ora che un Daspo gli impedisce di avvicinarsi alla curva, quei valori iniziano a vacillare. Dall’incontro con Terry, Sandro sente per la prima volta il bisogno di una vita normale, di una relazione, magari anche di una famiglia. Nella vita del protagonista c’è anche Angelo, un ragazzo di sedici anni. Lui considera gli Apache la sua famiglia, Sandro la sua guida: la persona che ha preso il posto di suo fratello Sasà, morto anni prima durante gli scontri di una trasferta. Ultras è la storia della loro amicizia, di una fede, di un amore scanditi dalle ultime settimane di un campionato di calcio e dell’inevitabile incontro di entrambi con il proprio destino.

Ultras | Il film di Francesco Lettieri | Trailer ufficiale | Netflix

Il film, scritto da Lettieri insieme a Peppe Fiore, ha come protagonisti Aniello Arena, Ciro Nacca, Simone Borrelli, Daniele Vicorito, Salvatore Pelliccia e Antonia Truppo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it