Pillole di stile |Le borse della Milano Fashion Week 2020

Pillole di stile |Le borse della Milano Fashion Week 2020

La fashion week appena conclusa ci ha regalato dei nuovi modelli super-colorati e di grande espressione femminile che vale la pena presentare
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Le scarpe sono come gli amanti (scelti d’impulso). Le borse sono simili ai mariti: prima di sposarne uno ci si pensa un po’.

– Paola Jacobbi –

ROMA – Le borse sono da sempre accessori irrinunciabili per completare un outfit. Grandi, piccole, colorate e multiformi, sono loro le fedeli ed inseparabili compagne di viaggio delle donne. Presenti in qualsiasi momento della giornata, fanno da cornice alla nostra personalità. Non occorre sottolineare che le borse sono anche oggetto di design per eccellenza, perché le forme che possono assumere sono numerose, come numerosi sono i materiali che possono essere utilizzati per crearle. A tal proposito, la fashion week appena conclusa a Milano ha regalato al pubblico nuovi modelli colorati e di grande espressione femminile che vale la pena presentare a coloro che sono sempre alla ricerca di originalità e comodità.

MICHELE CHIOCCIOLINI

Collezione ispirata agli anni’90, i modelli di Chiocciolini si esprimono con un linguaggio colorato e contemporaneo. La formazione in architettura del designer si riflette nei modelli geometrici i cui colori esuberanti creano leggerezza e fluidità.

Consigliato a chi vuole aggiungere un tocco spiritoso, romantico e sognatore al proprio look.

VALEXTRA

Maison risalente al 1937, Valextra ha visto le vendite crescere del 20% lo scorso anno e si prepara a replicare anche quest’anno. I 10 modelli proposti a Milano sono il frutto della collaborazione con Sunnei, Plan C di Carolina Castiglioni, Arthur Arbesser, La Double J di JJ Martin e Massimo Alba. Saranno disponibili da maggio negli stores Valextra. Super colorati e in numerose misure e fantasie, i modelli presentati non potranno che marcare la personalità di chi li indossa.

RODO

Etichetta storica Rodo si distingue per la qualità alta ed i materiali utilizzati. A Milano questo marchio ha presentato modelli contemporanei e coloratissimi dalle forme inusuali ed originali. Chiunque può indossare una Rodo anche per andare a lavorare o per comunicare al mondo classe e originalità.

OFFICINA DEL POGGIO

Marchio fondato nel 2014, l’Officina del Poggio si propone da sempre di creare dei prodotti di qualità e funzionali allo stesso tempo. E’ un marchio riservato alle giovani donne che credono nel ‘pochi accessori ma buoni e che durino nel tempo’. Modelli interessanti che il marchio ha proposto la scorsa settimana a Milano sono la borsa con il porta Apple Airpods incorporato (disponibile in diversi colori e materiali) nonché la tracolla porta termos utilissima per chi passa le giornate fuori casa, correndo da una parte all’altra.

HUSSAIN HARBA

Le borse Harba sono borse che non passano inosservate. Ideate dall’architetto iracheno Hussain Harba le mini-home (così chiamate) sono un connubio tra arte, moda e design. Realizzate in pelle di pitone, struzzo o coccodrillo e manici in plexiglas o bambù, sono interamente Made in Italy. Facili da indossare comunicano una personalità creativa in chi le indossa.

YOSONO BAGS

Le Yosono bags sono un altro marchio di altissima qualità. Le linee geometriche decise contraddistinguono i modelli proposti dalla sua creatrice Silvia Scaramucci. Si adattano perfettamente alle giovani donne ironiche, indipendenti e viaggiatrici, che non cambiano borse a seconda della stagione e della moda. Le linee pulite ne fanno un baluardo di semplicità ma i colori e le scritte le rendono perfette per un look street-wear.

HARUNOBUMURATA

Se è vero che il colore la farà da padrone sia questa primavera che il prossimo inverno, è pur vero che esistono anche delle etichette dedicate a chi ama il neutro e il rassicurante blu e nero. Harunobumurata rappresenta allora un’ottima scelta per tutte le giovani donne cosmopolite che amano le contaminazioni, la raffinatezza ed i dettagli.
La collezione presentata a Milano è minimale ma estremamente elegante. Modello di punta è la borsa ‘Achille’ con una struttura composta da quattro aste di metallo che le consente di stare in piedi da sola.

BALLY

Indossare una Bally, significa essere sicuri di non sbagliare. Il prezzo vale la qualità e la sicurezza di poterla indossare anche tra 20anni. I modelli proposti sono adatti agli stili più diversi e non si rischia mai di apparire inappropriati o fuori luogo.

ZANCHETTI

Tecniche innovative di produzione e di trattamento delle pelli, uniti ad un sapore vintage nelle forme e contemporaneo nei dettagli. Sono i tratti che contraddistinguono l’ultima collezione Zanchetti, dedicata alle donne metropolitane che amano farsi notare. Prodotto artigianale interamente Made in Italy, la borsa Zanchetti si può abbinare ai più diversi outfits: dal lavoro alle uscite con le amiche.

FURLA

Furla è un marchio che non delude mai. Innovativa è la nuova Furla 1927 che reinterpreta l’iconica borsa della maison. Cambia anche il logo che si trasforma in un archetto per rappresentare passato, presente e futuro. La nuova versione handle è in stile retrò ed è interessante il fatto che il marchio l’abbia prodotta nei materiali e nei tessuti più diversi.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it