Sony svela la PlayStation 5 e conferma la retrocompatibilità con PS4

Sony svela la PlayStation 5 e conferma la retrocompatibilità con PS4

Tra le specifiche tecniche anche l'unità di archiviazione SSD
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Dopo una lunga attesa, Sony ha svelato in anteprima le caratteristiche tecniche della nuova PlayStation 5. Sebbene la presentazione fosse dedicata agli sviluppatori, il colosso dell’entertainment ha deciso di renderla pubblica anche agli utenti, che hanno potuto assistere all’evento grazie ad uno streaming mondiale.

Retrocompatibilità

Tra i diversi punti toccati nel corso della presentazione, anche la retrocompatibilità, confermata per alcuni titoli PlayStation 4.

Come riportato sul blog ufficiale PlayStation, sono stati testati i primi 100 titoli per PS4, ma le aspettative sono quelle di riuscire a renderli quasi tutti giocabili su PS5 al momento del lancio.

“Su PS4 sono stati pubblicati oltre 4000 giochi”, si legge. “Continueremo a effettuare test e nel corso del tempo espanderemo la retrocompatibilità a sempre più titoli“.

Qualcosa sulle specifiche tecniche

Essendo una presentazione dedicata agli sviluppatori, sono state date nozioni approfondite sulla natura del nuovo hardware. Senza entrare troppo nel dettaglio, ecco qualche cosa da sapere sulle specifiche.

Il cuore della PlayStation 5 è un processore AMD Zen 2 da 8 core, con frequenze fino a 3,5 GHz. Una cosa interessante è la nuova archiviazione: Sony sceglie una veloce unità SSD da 825GB al posto del classico HDD da 500GB

Infine, Sony ha svelato l’Audio 3D Tempest Engine, ovvero una tecnologia che permette di creare suoni coinvolgenti, simulando al massimo della potenzialità i rumori della vita reale.

L’uscita della nuova PlayStation 5 è prevista per Natale 2020.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it