VIDEO | Lavorare nel cinema ai tempi del coronavirus. Il racconto di Alessandro Bianchi

VIDEO | Lavorare nel cinema ai tempi del coronavirus. Il racconto di Alessandro Bianchi

Impegnato sul set di Anna, serie tv sky di Niccolò Ammaniti, Alessandro il 5 marzo è tornato a casa e, come lui, altre centinaia di addetti ai lavori
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Roma -- Il coronavirus ha fermato anche l’industria cinematografica e dei prodotti audiovisivi. Alessandro Bianchi, fonico di presa diretta su set cinematografici e televisi, in collegamento con Dire Giovani racconta come i lavoratori autonomi dello spettacolo stiano vivendo questi giorni di incertezza.

Lavorare nel cinema ai tempi del coronavirus. Il racconto di Alessandro Bianchi

Nonostante la loro sia una situazione professionale intermittente, oggi chi vive di cinema e televisione non sa quando gli ingranaggi dell’intrattenimento potranno tornare a girare. Il settore è complesso e ci si aspetta -- presto -- una trattativa che garantisca ammortizzatori sociali ingenti. Nel frattempo Alessandro ha un piano B e spera che con la sua startup innovativa “Soundscape Library” possano aprirsi nuovi scenari.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it