La crisi come momento trasformativo

La crisi come momento trasformativo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

La società del narcisismo, dell’iperattività, della corsa all’oggetto e all’oro ad un certo punto ha dovuto fermarsi. Non ha più valore il posto che occupi nella scala sociale né quanti soldi hai o che lavoro svolgi, in questo momento devi fermarti e fare i conti con te stesso. Per la prima volta lo stop non è voluto ma forzato, imposto da qualcuno esterno a te. Sono aperti solo negozi con generi di prima necessità, ovvero quello di cui realmente si ha bisogno.

Sono tante le persone ed i ragazzi che scrivono al nostro servizio di consulenza online per sapere come evolverà questa situazione, cosa ci riserverà il futuro, quali cambiamenti ci saranno e come si modificherà il comportamento delle persone quando finalmente supereremo questo momento. Cosa ci avranno insegnato questo nuovo modo di vivere e questo tempo di riflessione, cosa ci avrà insegnato l’assenza di alcune cose che credevamo non poter perdere mai o di alcune persone? Sicuramente le cose che abbiamo imparato ad apprezzare di più durante questo periodo sono la libertà, le relazioni sociali, la quotidianità e la routine.

Usciremo consapevoli che abbiamo tanto, che non è necessario lamentarsi quando ci si sveglia per lavorare, capiremo che i legami affettivi sono una boccata d’aria buona e che non è necessario correre e che le corse possono essere fermate in qualsiasi momento. La crisi è un’opportunità e come tale dovrebbe essere affrontata, capiremo che non siamo onnipotenti e che la famiglia è importante.

Ci saranno persone che si legheranno di più perché costrette a condividere più tempo e spazio rispetto a prima e persone la cui convivenza purtroppo sarà impossibile. Ci saranno delle scelte, si fortificheranno dei rapporti, altri si lasceranno andare e alcuni capiranno che non erano fatti per stare insieme. Qualcuno potrà cambiare lavoro perché questa pausa riflessiva lo ha portato verso scelte diverse ed una maggiore consapevolezza di sé. Capiremo che possiamo avere la capacità di cambiare le cose, che abbiamo un forte senso di adattabilità.

Ovviamente la crisi è un’opportunità se avviene in un contesto sano, in una famiglia o in una persona capace di accogliere il cambiamento, in caso contrario essa potrà trasformarsi in una fase difficile, con oscillazioni dell’umore, rabbia e bassa tolleranza alle frustrazioni. Toccherà a noi trarre da questa crisi la capacità di una buona trasformazione, quindi cerchiamo di evitare di reagire con pessimismo e critica continua a questa situazione, approfittiamo per fare di questo momento un periodo di pensabilità e successivamente di ripartenza.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it