Venezia, alla primaria ‘Michiel’ la Montessori va online

Le maestre hanno declinato al tempo 2.0 la metodologia della pedagogista

ROMA – Gli insegnamenti di Maria Montessori tornano buoni anche con la didattica a distanza. Alla scuola primaria ‘Giustina Renier Michiel’ le insegnanti hanno deciso di rilanciare in digitale le lezioni della famosa pedagogista.

“Siamo una sezione a metodo Montessori. All’inizio- spiega la maestra Debora Conte– è stato difficile capire come riadattare il metodo all’online. Ci siamo confrontati con altre colleghe. Uno dei problemi che abbiamo dovuto affrontare è quello che le famiglie non avevano il materiale montessoriano a casa anche perché è molto costoso. Così abbiamo deciso di costruire la catena del 100 invece che con le perline con la pasta e i ceci”.

Le insegnanti hanno cercato di rispettare i principi montessoriani anche con le videolezioni:

“Cerchiamo di svolgere delle operazioni insieme con il materiale della banca montessoriana. Facciamo degli esperimenti: abbiamo usato i contrasti geografici per mostrare istmo, stretto, isola, lago. Ai bambini piace molto fare questa attività a casa”.

Una delle questioni emerse è legata ai genitori:

“Spesso- precisa la maestra Conte– i bambini non sono ancora autonomi e tutto dipende dalla disponibilità e dall’interesse dei genitori. Da alcuni ci arrivano i rimandi, di altri non abbiamo notizie da marzo. Spesso ci sono genitori che fanno fatica a lasciarli in autonomia e il bambino è influenzato dall’approvazione o meno di mamma e papà”.

2020-05-06T09:47:51+02:00