Roma, il liceo Gullace si prepara alla maturità e al rientro in sicurezza

Roma, il liceo Gullace si prepara alla maturità e al rientro in sicurezza

Intervista alla dirigente scolastica Alessandra Silvestri
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Esame di maturità in presenza e prospettive di rientro a settembre. Le scuole si stanno preparando per fare in modo che tutto avvenga in sicurezza, nonostante le difficoltà. Ne abbiamo parlato con Alessandra Silvestri, dirigente scolastica del liceo ‘Gullace’ di Roma, che ha voluto sottolineare, innanzitutto

“l’enorme lavoro svolto dai docenti e dagli studenti in questa fase; perché sono stati messi alla prova da qualcosa di totalmente nuovo e la loro risposta è stata eccezionale”.

A livello personale, la dirigente esprime qualche dubbio sulla scelta di svolgere l’esame in presenza, ma assicura che la scuola si sta preparando al meglio per affrontare anche questa sfida.

“Rispetto agli esami di maturità stiamo predisponendo tutto per rispettare i protocolli di sicurezza– spiega- Abbiamo individuato entrate e uscite separate, stiamo nominando la figura del medico competente per la sorveglianza sanitaria dei lavoratori fragili. Francamente, però, non condivido la scelta di svolgere gli esami in presenza. È vero che dobbiamo andare verso la riapertura, però forse c’era bisogno di una simulazione per piccoli gruppi prima, per far abituare i ragazzi e il personale e valutare l’impatto del rientro”.

In ogni caso la scuola continua a reagire in modo compatto e gli studenti si stanno preparando al meglio nonostante lo stravolgimento che hanno dovuto subire.

“I nostri maturandi li ho sentiti spesso– continua la dirigente Silvestri- hanno reagito molto bene alle sollecitazioni della didattica a distanza e anzi hanno fatto emergere delle qualità che non avevano palesato in precedenza. Molti docenti sono stati piacevolmente sorpresi da studenti che non brillavano durante le lezioni normali, invece con didattica e consegne diverse hanno avuto la possibilità di esprimersi. Lo testimoniano i tanti lavori creativi e di forte spirito critico prodotti dai ragazzi che abbiamo caricato sul sito della scuola”.

Sulle prospettive di rientro a settembre la dirigente attende le future prescrizioni ministeriali, ma intanto il liceo ‘Gullace’ si sta riunendo per stilare delle proposte e vagliare le ipotesi in campo.

“Per settembre abbiamo stilato delle proposte, condivise con il collegio ma anche con tutti i rappresentanti degli studenti che ho riunito qualche giorno fa- aggiunge la dirigente Silvestri– Tutto è ovviamente legato alle prescrizioni ministeriali, si tratta solo di riflessioni per non trovarci impreparati nella felice eventualità in cui il MI lasci uno spazio di autonomia ai singoli istituti. In ogni caso si va verso una didattica mista, che preveda dove possibile la didattica a distanza, con i rientri dai ragazzi in piccoli gruppi così da poterli seguire da vicino in base alle loro necessità e per le verifiche. Per il rientro si darà senz’altro la precedenza alle classi prime, che dovranno conoscere i loro nuovi compagni e professori. Per la parte a distanza, invece, potenzieremo ancora di più le nostre piattaforme e la nostra offerta, adattando al meglio le strategie didattiche ai bisogni degli studenti”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it